Resta in contatto
Sito appartenente al Network

News

Andrade elogia Fonseca: “Regge bene la pressione di Roma, è favorito contro il Braga”

L’ex difensore ha parole di elogio nei confronti del tecnico lusitano.

Jeorge Andrade, ex difensore di Juve e Braga, è intervenuto a TMW per commentare il match odierno tra la squadra portoghese e la Roma.
Andrade è stato compagno di squadra di Paulo Fonseca, ai tempi del Porto e dell’Estrela Amadora.

Parole al miele proprio per il tecnico giallorosso: “Stimo molto Paulo, da allenatore mi sembra meglio che da giocatore (ride, ndr). Era anche lui un difensore centrale, l’ho pure affrontato varie volte”

Prosegue esaltando il lavoro di Fonseca in una piazza calda e complicata da gestire come quella di Roma, mostrando ottime cose tatticamente e a livello caratteriale: “I giallorossi giocano sempre per vincere e Fonseca finora ha saputo reggere le pressioni, anche grazie a una dialettica eccellente nelle conferenze e nelle interviste”.

Il suo pronostico è favore della squadra capitolina: “La Roma, non ho alcun dubbio su questo. I giallorossi hanno sicuramente individualità superiori e la grande conoscenza del calcio portoghese di Fonseca sarà un ulteriore surplus in questo doppio confronto”.

Mette però in guardia i giallorossi: “Guai però a sottovalutare il Braga. Mister Carlos Carvalhal ha grande esperienza e allena una squadra forte, che per di più ha fatto un mercato importante in entrata, qui sappiamo bene che non si può mai dare per morti gli Arsenalistas”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da News