Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rassegna Stampa

Roma, serve bomber Dzeko

Il bosniaco tornerà titolare con il Milan

Negli scontri diretti, serve l’acuto del centravanti. Conte lo ha con Lukaku (17 reti in campionato, delle quali 4 a Lazio, Napoli e nei due derby), Pioli con Ibrahimovic (14 centri, di cui 2 al Napoli, 2 alla Roma e 2 all’Inter), Inzaghi grazie a Immobile (14 segnando a Milan e Roma), Gasperiniaddirittura ha l’imbarazzo della scelta tra Zapata (9 centri di cui 3 a Milan, Roma e Napoli) e Muriel (14 marcature con vittime illustri Roma e Napoli). Per non parlare di Pirlo con Ronaldo. All’appello manca il Napoli, non a caso settimo in classifica. Se tuttavia Gattuso ha la giustificazione di non aver avuto per oltre tre mesi Osimhen e Mertens, l’alibi nella Roma non tiene.

Perché Dzeko e Mayoral, tolta l’indisposizione del bosniaco per il Covid, hanno giocato sempre. Magro tuttavia il loro bottino: 13 reti in due che, a conti fatti, arrivano a mala pena alla metà dei gol segnati singolarmente dai loro rivali. Edin nei suoi cinque anni a Roma non ha mai fatto sconti alle big del nostro torneo, segnando 4 reti al Napoli, 3 alla Lazio, 6 all’Atalanta, 5 al Milan, 2 a Juventus e Inter.  Tra domani e domenica, Fonseca sembra orientato a ripristinare le gerarchie: Mayoral titolare con il Braga, Dzeko con il Milan. Lo scrive “Il Messaggero”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa