Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rassegna Stampa

C’è solo la Roma. La doppietta di Borja Mayoral stende lo Shakhtar Donetsk: finisce 2-1

Il bomber spagnolo si conferma implacabile in coppa

La Roma non si ferma, dopo il 3-0 all’Olimpico vince anche la gara di ritorno degli ottavi in Ucraina contro lo Shakhtar, accede con merito ai quarti di finale di Europa League e resta l’unica italiana in corsa in Europa dopo l’eliminazione del Milan ieri a San Siro.

Allo stadio Olimpico di Kiev i giallorossi non vanno mai in affanno, restano un po’ contratti nella prima metà della gara, forse più alle prese con qualche fantasma del passato, che non con la qualità dei minuti si sbloccano e vanno in scioltezza. È il gol in avvio di ripresa di Mayoral (che poi siglerà una doppietta: sette gol in 10 partite e 13 stagionali che lo rendono il capocannoniere della squadra) a cambiare la serata della Roma, che a un certo punto si alza sui pedali con l’abbrivio del vantaggio e chiude in attacco dopo aver segnato due gol (che potevano essere tre se Perez nel finale non avesse peccato di egoismo) incassandone anche uno e mezzo: perché Pau Lopez a pochi minuti dalla fine fa una parata da fenomeno restituendo certezze in quel ruolo al suo allenatore. Lo scrive “Il Tempo”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa