Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Roma Femminile

Bavagnoli: “Siamo andate in svantaggio ma siamo state brave a non arrenderci”

Le parole dell’allenatrice giallorossa dopo la vittoria

Betty Bavagnoli parla ai microfoni della Roma dopo la vittoria contro la Fiorentina. Una partita sofferta che ha visto la rimonta nel secondo tempo con Giugliano e Serturini.

Le sue parole :

Le partite con la Fiorentina portano sempre tante emozioni.
“Vero. Abbiamo nuovamente onorato questa gara: contro la Fiorentina facciamo sempre delle belle gare. Abbiamo incontrato una grande squadra, ci ha messo in difficoltà. Si è visto che entrambe le squadre avevano preparato l’incontro, conoscendosi a vicenda. In questo ultimo periodo, ho continuato a chiedere alle ragazze di essere brave in questo percorso di crescita, che non riguarda solo la parte tecnico-tattica, ma anche l’aspetto mentale. Aspetto mentale che oggi è stato determinante. Ci stiamo abituando a diventare una squadra che può giocarsela con chiunque, non perdendo mai l’attenzione sui momenti della gara. Siamo andati in svantaggio, ma ci abbiamo sempre creduto. Faccio i complimenti alle ragazze, sono state veramente brave”.

Quattro pali: perdere sarebbe stato un peccato. Le difficoltà iniziali della Roma erano legate alla necessità di trovare le distanze giuste. Nella ripresa, il calo di condizione della Fiorentina ha fatto salire in cattedra le giallorosse. 
“Non dimentichiamo che ho avuto bisogno di cambiare qualcosa all’interno della disposizione della squadra. Ho chiesto sacrificio. Non credo che non trovassimo le distanze, quanto il passaggio giusto, la precisione in fase di finalizzazione. Abbiamo creato diverse palle gol. Quando siamo andate in svantaggio, siamo state brave a non arrenderci”.

Questa vittoria dà morale in vista della semifinale di ritorno di Coppa Italia con la Juventus?
“Sicuramente. Questa prestazione dà tanta autostima. Domenica prossima ce la dobbiamo andare a giocare, non dobbiamo avere timore. Ci aspetterà una grande sfida, contro una squadra che sta dimostrando di essere la più forte del campionato. La affronteremo con umiltà, ma anche con la consapevolezza di avere fatto dei passi in avanti”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Roma Femminile