Resta in contatto

Conferenze stampa

Fonseca: “Provo un sentimento di orgoglio di essere stato l’allenatore della Roma”

Le parole del tecnico giallorosso alla vigilia del derby

Paulo Fonseca ha parlato in conferenza stampa alla vigilia della sfida contro la Lazio in programma domani sera all’Olimpico alle ore 20:45. Queste le parole del tecnico portoghese:

Lei ci insegna che la fase difensiva si fonda sulla concentrazione, a Milano alcuni elementi sono mancati. Cosa non ha funzionato?

“Sulla partita di Milano, sappiamo come gioca l’Inter e non abbiamo fatto una partita nella quale volevamo difenderci bassi. Volevamo creare occasioni e lo abbiamo fatto, giocando nella metà campo offensiva. Era un rischio sapendo che il contropiede dell’Inter è mortifero. Abbiamo sbagliato e non abbiamo fatto marcature preventive. Principalmente lasciare all’Inter in contropiede è stato il nostro errore. Penso che questo sia un problema della squadra, non lasciamo creare tanto alle squadre avversarie ma quando sbagliamo prendiamo gol. Abbiamo giocato con due moduli, questo è più rischioso ma dobbiamo saper fronteggiare le situazioni”.

E’ ipotizzabile vedere una Roma più coperta e equilibrata domani?
Abbiamo una strategia per questa partita, vogliamo essere più equilibrati. Sappiamo che la Lazio è pericolosa in contropiede.

La Roma per 2 anni di fila finirà sotto la Lazio, questo divario per lei è colpa degli infortuni?
E’ stata una stagione difficile con infortuni a giocatori importanti. Se avessimoa avuto sempre i giocatori importanti saremmo arrivati ad altre posizioni

Questa è la sua ultima partita all’olimpico. C’è qualcosa che non rifarebbe?
Lascio con grande orgoglio di essere stato per 2 anni l’allenatore della Roma. In questi momento provo un sentimento di orgoglio di essere stato l’allenatore della Roma in questi 2 anni, di aver avuto sempre rispetto e ammirazione di tifosi.

Nell’azione del primo gol di Milano, Kumbulla rientra lentamente e Mancini si gira, è colpa sua se non trasmette le giuste motivazioni o i giocatori dovrebbero essere motivati da soli?
Io sono il principale responsabile di ciò che succede alla squadra. Io trovo sempre la soluzione quando sbagliamo, per evitare di ripetere gli errori.

La Lazio è molto brava ad attaccare in ripartenza, tornerà a 3?
No giocheremo a 4.

La Roma ha subito 53 gol effettivi. Cosa non ha funzionato?
Non è solo un problema della difesa ma della squadra, penso che non avere Smalling durante tutta la stagione, abbiamo giocato tante volte con giovani, è stato decisivo per i nostri numeri in difesa. La Roma non è una squadra che lascia le altre squadre dominare ma abbiamo fatto tanti errori, molti dei gol presi sono errori nostri che abilità dell’avversario, in ogni caso non abbiamo mai avuto la disponibilità di tutti gli errori.

Nella gara di andata la lazio vi ha lasciato il possesso, lavorando difensivamente, domani sarà una partita diversa?
No, Lazio giocherà come gioca sempre, in contropiede, l’uscita rapida, giocate con Immobile e Correa, mi aspetto la stessa squadra. Abbiamo preparato la partita per non permettere queste occasioni alla Lazio.

Recentemente è tornato al 4231, perchè?
Abbiamo avuto 2 moduli preparati per questa squadra, dipende dalle partite la scelta. Dipende dal momento. Adesso abbiamo cambiato con il Manchester e la squadra ha risposto bene, a volte questi cambi sono un motivo per creare nuove dinamiche.

Il suo primo derby fu alla seconda partita sulla panchina della Roma ora invece è l’ultima, che emozioni prova?
La motivazione è la stessa. Qui la cosa che cambia sono i tifosi allo stadio, è stato bellissimo quello che ho vissuto con i tifosi allo stadio, vivere un derby con i tifosi è una cosa unica. Domani non avremo i tifosi ma mi aspetto la motivazione come se ci fossero.

Questo periodo è stato intenso, come sta la squadra?
Sta bene. in questo momento non abbiamo tutti ma la squadra è cosciente dell’importanza di questa partita, sono motivati. Sappiamo quanto è importante vincere domani.

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest
1 Comment
Inline Feedbacks
View all comments
Mario
Mario
2 mesi fa

Glielo ha detto nessuno che è un GENIO???

Advertisement

Francesco Totti: uomo, capitano e leggenda

Ultimo commento: "Auguri Francesco, capitano. Sono felice di essere doventato giallorosso sin dall'anno prima dell'ultimo scudetto. Ti ho visto crescere e maturare e..."

Giuseppe Giannini

Ultimo commento: "Il Principe è uno dei simboli storici della Roma. Una volta Falcao disse di lui a Liedholm: "La Roma con questo ragazzo ha il futuro garantito, dopo..."

Nils Liedholm

Ultimo commento: "Gli anni migliori della mia giovinezza. Ci è mancata solamente quella maledetta coppa dei campioni del 1984 e il cerchio si sarebbe chiuso in..."

Daniele De Rossi

Ultimo commento: "Un vero leader. Francesco era il più talentuoso, lui il più carismatico."

I MITI GIALLOROSSI

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Ultimo commento: "E come fa a cresce se anziché andare a farsi le ossa in serie C come Lucarelli, sta a fa la foca nel circo della FIGC? Daniele è la speranza de un..."

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

Ultimo commento: "E lo sará x sempre"
Advertisement

Altro da Conferenze stampa