Resta in contatto
Sito appartenente al Network

News

Roma, situazione finanziaria bloccata? 

Friedkin

Ci sono diverse incognite circa la situazione finanziaria della Roma

Oggi come oggi, tutto l’affare per la famiglia Friedkin risulta abbastanza complicato. Da quando Ryan e Dan hanno rilevato la società nell’agosto 2020, con tutte le volontà palesate di investire in maniera molto importante, ci si è dovuti scontrare anche con la realtà, ovvero che gli obiettivi sportivi non sono stati raggiunti e ciò ha frenato un po’ il processo. 

Purtroppo ci si è resi conto quanto sia complicato aumentare i ricavi, oltre che tagliare i costi. Un esempio lampante è stata la frenata circa il progetto dello stadio, il quale difatti non è ancora ben definito: gli sponsor non hanno ancora effettivamente dimostrato un interesse concreto che possa essere considerato allettante dalla società giallorossa. 

Esuberi da smaltire prima di investire

Difatti, prima di investire appare abbastanza evidente che la Roma debba cercare di smaltire alcuni esuberi. Ormai, questo è ben chiaro anche agli occhi dei tifosi: d’altronde, investimenti sportivi e trading finanziario sono ormai diventati argomenti abbastanza noti e sdoganati. Fondamentalmente tutti gli appassionati di sport sanno quanto sia importante l’aspetto finanziario per una società sportiva, specialmente al giorno d’oggi: in molti ormai si informano su internet per cercare di capire cosa sia il trading sportivo e come possa essere applicato. Un modo per seguire al meglio la propria squadra, sotto tutti i punti di vista, cercando di comprenderne eventuali problematiche economiche. 

È tutto un problema di introiti e di bilancio. La scelta di un tecnico blasonato come Mourinho fa ben comprendere quanto la società voglia fare sul serio, ma sia attualmente bloccata da una serie di giocatori che devono essere ceduti senza se e senza ma. Ma attualmente il mercato è fondamentalmente bloccato, e non soltanto quello dei giallorossi. La pandemia ha frenato quasi tutte le società sportive, impedendo grossi investimenti. Fatto sta che la Roma ha necessità assoluta di eliminare dal proprio libro paga una serie di nomi che alzano il monte ingaggi spropositatamente: parliamo, per esempio, di giocatori come Pastore, Santon, Fazio, Nzonzi e così via. Senza queste cessioni, oggi come oggi, appare abbastanza difficile che si possano spendere soldi sul mercato. 

Ricavi: missione fondamentale

Ed è fondamentale anche la mission dei Friedkin per cercare di aumentare i ricavi del club in tutti i modi. Per prima cosa è stato stilato un vero e proprio organigramma finanziario che aveva come base l’accordo con la Qatar Airways: una trattativa che però ora sembra arenata. Attualmente, non ci sono delle offerte concrete di sponsor, anche se la situazione si dovrebbe risolvere in breve tempo. È impensabile un’altra stagione senza sponsor sulla maglia. 

E si spera, inoltre, di ottenere un vantaggio evidente dall’apertura degli stadi. Se dall’altra parte del Mondo, negli States, gli stadi sono ormai stati aperti, in Italia si spera che le riaperture possano avvenire già dalla prossima stagione. D’altronde, già durante gli Europei si è potuti assistere ad una parziale riapertura. Ciò porterebbe ad una ottimizzazione della campagna abbonamenti con investimenti importanti da poter fare in base agli introiti previsti.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da News