Resta in contatto

Rassegna Stampa

Under è del Marsiglia. E adesso Pau: assalto finale a Xhaka a Rui Patricio

Under

Il turco è già sbarcato in Francia, ora tocca al portiere spagnolo. Pinto pronto all’assalto definitivo per i 2 acquisti

Finalmente ci siamo. Se Tiago Pinto è ossessionato dalle cessioni, in questo fine settimana è riuscito a mettere a segno una doppia operazione che darà un po’ di ossigeno alla Roma. Under e Pau Lopez sono due giocatori del Marsiglia. L’attaccante è stato trasferito in prestito con obbligo di riscatto. Ieri è arrivato a Marsiglia per svolgere le visite mediche. Anche per Lopez è tutto fatto, ma si attendono le prossime ore per l’ufficialità, anche lui dovrebbe essere a Marsiglia martedì.

Il turco è stato ceduto con la formula del prestito con obbligo di riscatto fissato a 8 milioni di euro e il 20 per cento sulla futura rivendita. Il portiere andrà in Francia in prestito con riscatto obbligatorio condizionato a una serie di presenze in campionato, la Roma incasserà 500.000 euro e il riscatto è fissato a 12 milioni. Lo scenario migliore è che la Roma incassi complessivamente 20,5 più un milione di bonus, in ogni caso risparmia 18 milioni di euro lordi di ingaggi. Nel peggiore dei casi invece incassa 8,5 milioni e in più risparmia 10 milioni lordi dell’ingaggio di Under.

Da domani il direttore generale portoghese si dedicherà agli acquisti. Xhaka e Rui Patricio sono in dirittura d’arrivo, ma manca ancora l’accordo con Arsenal e Wolverhampton. Per il portiere siamo ai dettagli. Mourinho appena arrivato a Roma ha chiesto ai Friedkin e Pinto di poter lavorare con una squadra competitiva, almeno dalla seconda parte del ritiro. Sarà accontentato. Lo scrive Il Corriere dello Sport.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa