Resta in contatto

Stadio della Roma

Stadio, ancora giallo sul parere della Commissione Urbanistica

Sono ancora moltissimi i nodi da sciogliere intorno al tema della Stadio della Roma

Che ci fosse un “giallo” era chiaro fin dall’inizio. Che il “giallo” prosegua a distanza di quasi un mese, no. È la vicenda della seduta della Commissione Urbanistica del 16 giugno scorso: si doveva esprimere il parere sulla delibera di revoca allo Stadio della Roma.

La vicenda è nota: il 16 giugno, seduta della Commissione Urbanistica, assenti Avvocatura e Segretariato generale. Dopo quasi tre ore di inconcludenti chiacchierate, mentre tutti i consiglieri presenti (di ogni schieramento politico, compresi i 5Stelle) chiedono al presidente, Carlo Maria Chiossi, di convocare una seduta secretata proprio con l’Avvocatura per chiarire i dettagli giuridici della vicenda. Chiossi decide di passare all’espressione del parere. A quel punto, tutti i presenti escono dalla seduta.

Il risultato finale è di 3 soli voti favorevoli. Perché un parere sia valido, occorre la presenza di un terzo dei consiglieri membri di Commissione (sono 12, quindi 4) e che la somma dei voti favorevoli sia di una unità superiore a quella dei voti contrari sommati agli astenuti. Tre voti, dunque, non bastano. Il parere semplicemente non è stato reso.

Nonostante questo, circola la voce che la Presidenza di Commissione abbia ritenuto due consiglieri (Cristina Grancio e Enrico Stefàno) come presenti e astenuti. Come si vede dal video linkato sopra, questo non è vero. Tanto che la Grancio invia una lettera di precisazione a Chiossi.

La stranezza è che le Commissioni devono anche approvare i verbali delle sedute. E dall’ordine dei lavori si vede come, al momento, il verbale del 16 giugno non sia pronto per essere approvato mentre lo è quello della seduta successiva, tenutasi il 18 giugno.

Ora si potrebbe andare in Aula per il voto finale con un verbale mancante e un buco nella Delibera: tutta roba che non potrà che indebolire la posizione del Comune di fronte alla (probabile) eventuale causa. Lo scrive Fernando Magliaro

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Stadio della Roma