Resta in contatto

Rassegna Stampa

Tiago Pinto apre il casting sulla corsia sinistra

Dimarco

Dall’azzurro Emerson a Marcos Alonso, fino a Bensebaini, Dijks, Biraghi e Dimarco

L’infortunio di Spinazzola ha di fatto spinto Tiago Pinto a muoversi sul mercato dei terzini sinistri. La pista Chelsea è quella più allettante ma non semplice: Marcos Alonso ed Emerson sono in uscita e richiesti da diversi club. Il gm non vuole prendere parte ad aste soprattutto perchè non aveva preso in considerazione un acquisto del genere.

Emerson è in scadenza nel 2022, ma il club potrebbe esercitare l’opzione di rinnovo per un’altra stagione. A quel punto potrebbe partire in prestito con obbligo di riscatto. Per la Roma sarebbe l’acquisto migliore per sopperire all’assenza di Spinazzola: è un titolare di livello, conosce il campionato e la Roma.

A Mourinho, poi, non dispiacerebbe riavere in squadra Marcelo, ma il suo ingaggio rende impossibile una trattativa. Costa tanto, ma piace molto, Bensebaini del Gladbach che fa una valutazione di 20 milioni di euro. Guardando in Italia resta viva la pista Biraghi e Dimarco. Sono stati presi contatti anche per Dijks che il Bologna valuta 5 milioni.

Prima di affondare per il terzino, però, Pinto si sta concentrando su Rui Patricio e Xhaka. Il centrocampista vuole giocare con Mourinho e la Roma sta cercando di chiudere il gap con l’Arsenal. Lo svizzero è in vacanza ma è pronto a tornare prima per mettersi a disposizione. Si legge sul “Corriere dello Sport”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa