Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Approfondimenti

Eldor-ado Shomurodov, il “Messi uzbeko” che piace alla Roma

Day

L’attaccante del Genoa è una richiesta di Mourinho. Lo Special One è l’idolo del classe 1995

Dopo aver acquistato Rui Patricio e finalizzato l’arrivo di Matias Vina, la Roma continua a lavorare per completare la rosa da affidare a Josè Mourinho. Per l’attacco, il nome più caldo è quello di Eldor Shomurodov: l’attaccante classe 1995 del Genoa è una richiesta dello Special One e per questo la dirigenza giallorossa sta lavorando per portarlo nella Capitale.

Chi è Eldor Shomurodov

Eldor Shomurodov nasce a Jarkurgan, in Uzbekistan, nel 1995, da una famiglia appassionata di calcio. Ha sempre giocato in attacco, ispirandosi a Drogba e Torres. Inizia a farsi conoscere nel Bunyodkor Tashkent e grazie ai suoi gol in patria iniziano a chiamarlo il “Messi uzbeko”. Nella stagione 2019/20 passa al Rostov, in Russia, e viene subito notato da Preziosi che lo individua come sostituto di Piatek, portandolo in Liguria nella stagione successiva. Con la maglia rossoblù “Eldorado” Shomurodov ha disputato 31 partite in Serie A, segnando 8 gol nell’ultimo campionato. Curiosità: il suo vero idolo è da sempre Josè Mourinho, lo stesso Josè Mourinho che adesso lo vuole con sé. E in caso di trasferimento in giallorosso, l’uzbeko potrebbe realizzare un vero e proprio sogno: essere allenato dallo Special One.

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest

1 Commento
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Approfondimenti