Resta in contatto

Amarcord

Amarcord, 28 settembre 2000: primo gol con la Roma di Batistuta (VIDEO)

In questo giorno di 21 anni fa il “Re Leone” segnò il suo primo gol con la maglia della Roma

Nell’estate 2000 Gabriel Omar Batistuta passò alla Roma del presidente Franco Sensi per 70 miliardi di lire. Il “Re Leone”, chiamato così dai suoi tifosi, segnò il primo gol con la maglia giallorossa il 28 settembre dello stesso anno in cui approdò nella Capitale. La Roma scendeva in campo per il ritorno del primo turno di Coppa Uefa contro l’ND Gorica, squadra slovena, dopo aver vinto 4-1 all’andata.

Dopo aver chiuso il primo tempo 5-0, grazie ai gol di Samuel, doppietta di Montella, Delvecchio e Totti, i giallorossi si aggiudicano l’incontro con un netto 7-0. Al minuto 60 a segnare il gol finale fu proprio Batistuta.

TABELLINO

ROMA: Antonioli, Zebina, Zago, Samuel, Cafu, Assuncao (46′ Zanetti), Tommasi, Guigou, Totti (61′ Nakata), Montella (46′ Batistuta), Delvecchio.
A disposizione: Lupatelli, Aldair, Gurenko, Balbo.
Allenatore: Capello.

ND GORICA: Mavric, Pitamic (59′ Nikolic), Srebrnic, Scuiac, Brulc (26′ Baganovik), Kovacevic N., Schneider (46′ Ipavec), Ribaric, Kokot, Zlogar, Gutalj.
A disposizione: Pirih, Sarajicic, Znidercic, Kovacevic M..
Allenatore: Filipovski.

Arbitro: Mayer (GER).

Marcatori: 8′ Samuel, 10′ Montella, 19′ Montella, 22′ Delvecchio, 41′ Totti, 48′ Totti, 60′ Batistuta.

 

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest

1 Commento
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Amarcord