Resta in contatto

Prima Squadra

Mourinho: “Ho sopravvalutato la qualità dei miei giocatori. Manca qualità”

Bookmakers Mourinho

Il tecnico giallorosso Josè Mourinho, dopo le dichiarazioni a Sky Sport, ha parlato anche in conferenza stampa: le sue parole

Josè Mourinho parla e lancia frecciate anche nella conferenza stampa. Dopo le parole durissime ai microfoni di Sky Sport, ecco le sue parole in conferenza stampa:

Come la spiega questa partita?
“Il risultato 6-1 poteva essere 5-1 o 7-1, non è questa la direzione perché dopo il 3-1 la partita è stata completamente persa emozionalmente e dopo è successa una situazione drammatica: ogni volta che la palla era vicina alla nostra area finiva in rete. Iniziando la partita subito si è visto che erano più forti di noi, la spiegazione è molto chiara. E’ colpa mia perché l’ho fatto con buone intenzioni. Volevo far riposare gente che gioca sempre, siamo la squadra che in Italia gioca più volte con gli stessi giocatori. Ho pensato che dopo la partita con la Juve e prima di quella con Napoli, Cagliari e Milan poteva esserci stanchezza. Poi c’era il campo artificiale, il freddo e quindi ho pensato di far riposare la squadra. Chiaramente la prima squadra del Bodo ha molta più qualità della nostra seconda squadra. La responsabilità è mia, ho fatto io le scelte e la squadra con più qualità ha vinto”.

C’erano 400 tifosi venuti da Roma, si sente di dire qualcosa?
“Siamo stati con loro, non con tutti ovviamente, prima della partita e li abbiamo ringraziati per la passione e l’appoggio, che altre parole possiamo dire che possano aiutare il sentimento e l’emotività? Non ci sono parole. E’ difficile dire qualcosa che possa aiutare. La responsabilità è mia perché la scelta di giocare con questa squadra è mia. Se io gioco oggi con la prima squadra e vinciamo però perdo due o tre giocatori per stanchezza o per qualche problema? Se gioco con Mancini, Pellegrini, Zaniolo e Vina e poi prendiamo 4/5 gol dal Napoli domenica la decisione sarebbe sbagliata. Quando settimane fa ho detto che bisogna andare a San Pietro per pregare per non avere infortuni sapevo quello che dicevo. Abbiamo giocato con una squadra che ha molta più qualità. La responsabilità è mia ma dovevo giocare con i giocatori che giochiamo sempre e farli arrivare al limite… è difficile da gestire”.

Anche stasera ha parlato di qualità, ma non può essere che i giocatori che giocano meno, sentendosi dire spesso che non sono titolari, hanno avuto problemi di mentalità? Magari stasera sono entrati in campo con un atteggiamento sbagliato?
“Qualità”.

E’ stato uno shock il risultato?
“Certo”.

Avete sottovalutato il Glimt?
“Ho sopravvalutato la qualità dei miei, non ho sottovalutato il Bodo. Ho detto ai giocatori che era la squadra più brava delle tre che avevamo nel gruppo, abbiamo analizzato le caratteristiche dei giocatori e ho sopravvalutato le qualità dei miei perché pensavo che facessero una partita diversa. Solbakken sembrava che andava in Moto GP e che i nostri andassero in bicicletta. Nella prossima partita a Roma Mancini e Vina lo aspettano”.

 

10 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

10 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Prima Squadra