Resta in contatto

Rassegna Stampa

Pinto ascoltato in Procura Figc per il caso dell’inno allo stadio

Tiago Pinto Roma Milan

Ieri la prima audizione per il “caso” inno

Prima audizione in Procura Federale per Tiago Pinto e Maurizio Lombardo in merito alla “questione inno”. Ieri pomeriggio il general manager e il Chief Football Operating Officer della Roma, accompagnati dall’avvocato Conte, sono stati ascoltati per chiarire l’episodio del 23 settembre scorso, quando prima del calcio d’inizio di Roma-Udinese, il club ha deciso di riprodurre Roma Roma, violando la nota che vieta la diffusione dell’inno dopo quello della Serie A.

I dirigenti giallorossi hanno portato l’esempio dello Juventus Stadiun, dove il brano motivazionale “Come One” viene fatto risuonare da sempre nei secondi che precedono la partita. Il procedimento, aperto dopo l’esposto della Serie A, è ancora nella fase istruttoria, con la Procura che sta raccogliendo le deposizioni del club. Nei prossimi giorni presenterà ancora una memoria difensiva e verrà ascoltato l’ex Ceo Guido Fienga. Poi la procura deciderà se archiviare il procedimento (difficile) o andare avanti passando le carte al Tribunale Federale Nazionale. Rischiano il deferimento i dirigenti della Roma per responsabilità oggettiva, mentre il club rischia la sanzione economica. Lo scrive Il Tempo.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa