Resta in contatto
Sito appartenente al Network

News

Approvato il bilancio al 30 giugno 2021 con 177 milioni di perdita

Oggi Assemblea degli azionisti

E’ stato approvato il bilancio al 30 giugno con una perdita di 177.695.953,65. Ecco una parte del comunicato pubblicato dalla società giallorossa (LEGGI QUI INTEGRALE):

“In sede ordinaria l’Assemblea degli azionisti ha approvato il bilancio di esercizio al 30 giugno 2021, che ha chiuso con una perdita di Euro 177.695.953,65, confermando la decisione di portare a nuovo la predetta perdita, oltre alle perdite già portate a nuovo nei precedenti esercizi, fino alla chiusura del quinto esercizio successivo (i.e. 2026), ai sensi dell’art. 6 del Decreto Liquidità. L’Assemblea ha altresì preso visione del bilancio consolidato del Gruppo AS Roma, che ha registrato una perdita di Euro 185,3 milioni.

Inoltre, sempre in sede straordinaria, l’Assemblea ha approvato la proposta di incrementare fino a Euro 460.000.000,00 l’importo
massimo dell’aumento del capitale sociale deliberato dall’Assemblea Straordinaria del 28 ottobre 2019, in via scindibile e a pagamento, mediante emissione di azioni ordinarie prive di valore nominale, in regime di dematerializzazione, aventi le stesse caratteristiche di quelle in circolazione e godimento regolare, da offrire in opzione agli azionisti della Società ai sensi dell’art. 2441, comma 1, del Codice Civile, nonché di prorogare al 31 dicembre 2022 il termine ultimo per dare esecuzione al suddetto aumento di capitale e stabilire, ai sensi dell’art. 2439, comma 2, c.c., che l’aumento di capitale, ove non integralmente sottoscritto, si intenderà limitato all’importo risultante dalle sottoscrizioni effettuate entro tale termine”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da News