Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Le pagelle di Siamo la Roma

PAGELLE – CSKA Sofia-Roma 2-3: nel gelo bulgaro il primo posto del girone

La Roma vince in Bulgaria e passa da prima nel girone

FUZATO  5

Per 70 minuti s’infreddolisce senza esser protagonista. Nel finale è posizionato male sul gol di Catakovic e fa una papera goffa sul tiro di Wildschut.

MANCINI 5,5

Nervoso e graziato da Walsh per un gomito largo. Troppo falloso.

KUMBULLA 6

Gara ordinata, senza grosse sbavature.

IBANEZ 6

Prova a dare ordine alla difesa giallorossa nel freddo bulgaro.

KARSDORP  6,5

Assicura la solita dose di corsa. Due assist per Abraham, soffre nel finale quando entra in campo Wildschut.

VERETOUT  6

Prova a fare tanto, non gli riesce proprio tutto. Non è il Veretout che tutti noi conosciamo ma la sufficienza la strappa.

CRISTANTE  6

Metronomo giallorosso, cerca di gestire le varie fasi della gara con i suoi possessi. Ma non è preciso nei lanci.

BOVE  6,5

Partita non banale del giovane centrocampista giallorosso, di grande sostanza e personalità. Parte da lui l’azione del secondo gol. Ammonito, esce dopo un’ora di gioco.

VINA  6

Spinge tanto nel primo tempo, si spenge alla distanza.

BORJA MAYORAL 7

Grande partita dello spagnolo, che corre, lotta, fa coppia con Abraham e segna.

ABRAHAM  7

In Conference League si sente a casa: sei gol in sei gare che gli valgono il momentaneo titolo di capocannoniere della competizione.

VILLAR  5

Sostituisce al posto di Bove, ma non riesce a calarsi al meglio nello spirito della partita. Poche cose buone, diversi palloni persi.

Zaniolo

ZANIOLO SV

Entra e sente qualcosa che non va all’altezza della coscia sinistra. Speriamo nulla di grave.

SHOMURODOV 5

Tocca pochi palloni nel finale di gara.

DARBOE 4

Entra a freddo e sbaglia qualsiasi cosa.

MOURINHO  7

L’avevano già definito un flop. Ma è sempre il campo a parlare: vince con il Cska e passa per primo.

 

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest

1 Commento
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Le pagelle di Siamo la Roma