Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rassegna Stampa

Mourinho, operazione rilancio

Ora lo Special One vuole costruire la sua Roma

Non perdona, ma dimentica. Usa le cesoie, negli spogliatoi e nelle interviste, ma è ancora pronto ad accarezzare la rosa. Mourinho sta provando a costruire una Roma alla sua maniera. Non sempre dice cose condivisibili, però sta imprimendo il marchio che deve segnare una rottura definitiva col passato. Gli ultimi esempi sono Maoyral e Bove: quando c’è bisogno di lanciare o rilanciare, lo spazio si trova per tutti. Sono significative le parole dopo il CSKA. Mourinho, intossicato dal secondo tempo, ha assolto soltanto un giocatore: Borja Mayoral. In questa situazione di infortuni e squalifiche, probabilmente lo spagnolo giocherà anche lunedì contro lo Spezia.

E’ un nuovo inizio e anche un cambio di prospettive. La coppia con Abraham, al netto della difesa dei bulgari, è sembrata molto più efficace. L’altro elemento importante riguarda i giovani. L’esordio di Bove dal primo minuto è la conferma di una ricerca. Poi bravo il giocatore a farsi onore, senza mai temere il contrasto o il dribbling. Bravo lo staff ad individuarlo come aveva fatto con Felix. In parte è successo questo anche con Zalewski, Missori, Volpato, tutti ragazzi che prima o poi porteranno qualcosa alla società. Lo scrive Il Corriere dello Sport.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa