Resta in contatto
Sito appartenente al Network

News

Gautieri: “La Roma può chiamarmi anche di notte. Tornerei immediatamente”

L’ex giallorosso Carmine Gautieri ha parlato della Roma di Mourinho: le sue parole

Carmine Gautieri, ex calciatore giallorosso, ha rilasciato qualche dichiarazione sulle frequenze di Centro Suono Sport. Ecco le sue parole:

Quali sono secondo lei le caratteristiche che deve avere l’esterno che chiede Mourinho?

“Deve avere un equilibrio tattico, gamba, intelligenza. Il Napoli ha Insigne, ma è un esterno completamente diverso rispetto a Zambrotta, devi sapere fare le due fasi per creare la superiorità numerica. Devi nascerci con certe caratteristiche, per questo dico che sono anni che in Italia non si fa nulla per creare questo tipo di calciatori”

Mourinho ha detto che il Campionato Primavera non prepara alla Serie A: che ne pensa?

“Sicuramente in Italia siamo indietro a livello di settore giovanile ed è sotto gli occhi di tutti. Sono anni che non si curano, anche se c’è da dire nel discorso della Roma di Mourinho che la Primavera giallorossa è molto forte. Sono d’accordo su Mourinho, però, perché c’è poco interesse nel creare qualcosa dal settore giovanile. L’Atalanta, per esempio, ci punta e si vede. Il calcio italiano nel complesso è molto indietro, al momento della vittoria dell’Europeo siamo stati contenti però i problemi non sono stati risolti, sono anni che si parla di questi problemi legati al settore giovanili. Mourinho viene dall’estero e ha visto cose molto diverse”

La Roma manca più di qualità tecnico-tattica o di personalità?

“Partiamo da Mourinho che è un tecnico di grande personalità. La rosa della Roma è importante con giocatori importanti e giocatori di grande prospettiva, poi manca un giocatore che faccia la differenza. La Roma non può ambire subito allo scudetto, però servono giocatori di personalità, grandi campioni che ti possano far vincere qualcosa”

Che cosa ne pensa di Abraham?

È un calciatore forte, è un po’ più statico di Osimhen però penso che abbia bisogno di un calciatore vicino tipo Zaniolo. Abraham in coppia con Zaniolo può fare molto bene, poi non direi mai a Zaniolo di giocare spalla alla porta, è un giocatore che non ti dà riferimento e può giocare con Abraham”.

Tornerebbe alla Roma? 

Tornerei in qualsiasi situazione, mi farebbe piacere un giorno ritornarci. Ho il telefono sempre acceso, se mi chiamano alle due di notte io alle cinque e mezzo sono a Trigoria“.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da News