Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rassegna Stampa

Festa per Mou, ma non arriva il regista in regalo

Il difensore argentino ai saluti

Cinque giorni al gong della finestra invernale di calciomercato e le manovre non sono ancora terminate. Con il passare delle ore si affievoliscono le speranze di José Mourinho, che ieri ha festeggiato a Trigoria il suo 59esimo compleanno, di abbracciare un terzo rinforzo, dopo gli arrivi di Sergio Oliveira e Maitland–Niles.

Il regista, che era l’obiettivo rimasto scoperto, arriverà, ma non a gennaio, dopo che diverse piste si sono complicate o sfumate, a partire da Boubacar Kamara del Marsiglia (a giugno lo attende la ricca offerta del Manchester Utd) e Tanguy Ndombele del Tottenham, ad un passo dal Valencia.

Non rimane altro al gm Tiago Pinto che concentrarsi sulle uscite, facendo respirare il bilancio giallorosso, alleggerendolo da alcuni ingaggi non più funzionali al progetto. In primis Federico Fazio, che sta per dire sì alla proposta della Salernitana.

Pronto per lui un contratto fino a giugno 2023, con il ragazzo disposto a rimanere in granata anche in caso di retrocessione nella serie cadetta. Da limare gli ultimi dettagli, tra ingaggio e fine rapporto con la Roma, ma la fumata bianca è attesa nelle prossime ore. Lo scrive “La Repubblica”.

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest

1 Commento
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa