Resta in contatto

L'angolo dell'avversario

Salernitana, le prime parole di Fazio: “Ho firmato perchè credo alla salvezza”

Fazio

Ecco le prime parole di Federico Fazio da calciatore della Salernitana: “Qui per lottare. Credo alla salvezza”

Federico Fazio, neo difensore del club campano, ha rilasciato alcune dichiarazioni sui canali social della Salernitana. Ecco le sue parole dopo aver lasciato Roma:

Sono felice di essere qui, non vedo l’ora di cominciare, vengo per aiutare i ragazzi a raggiungere l’obiettivo della salvezza. Vengo per lottare, ho visto tante partite della Salernitana quest’anno e conosco bene dei giocatori, devono ritrovare fiducia. So che sono forti, sarà importante recuperare fiducia per raggiungere il nostro obiettivo I miei bisnonni sono nati in provincia di Salerno, sono partiti dal Porto per l’Argentina. Se mi vedessero adesso sarebbero contenti di vedermi indossare la maglia della Salernitana.

L’ex giallorosso ha poi analizzato la situazione in classifica: “Mancano tante gare, possiamo farcela. Dobbiamo guardare di partita in partita, lottare partita dopo partita e lavorare per raggiungere l’obiettivo. Il numero 17? Non ce n’erano molti disponibili,  fa riferimento al giorno in cui sono nato, solo quello. I tifosi sono molto calorosi, simili a quelli argentini. So che è importante anche averli accanto in ogni gara, speriamo che possano venire allo stadio. Dobbiamo lottare tutti insieme per la salvezza”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da L'angolo dell'avversario