Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rassegna Stampa

Filo diretto con il Valencia tra Diawara, Guedes e Perez

Nuovo obiettivo di mercato per la Roma di Mou

Un filo diretto con il Valencia. Per provare a sistemare Amadou Diawara proprio in extremis, in queste ultime 48 ore di mercato. Ma non solo, perché poi con gli spagnoli in queste ore si sta parlando anche di altro. E cioè della possibilità di intavolare già da ora una trattativa per la prossima estate che possa portare a Roma Gonçalo Guedes, in cambio di Carles Perez più un robusto conguaglio.

È chiaro come la priorità per la Roma sia quella di piazzare prima di tutto Diawara, che tra le tante possibilità che ha di fronte ha manifestato la netta preferenza per il Valencia. Si sta ragionando sul prestito secco di sei mesi, anche se gli spagnoli vorrebbero che la Roma contribuisse a pagare parte dello stipendio di questi ultimi 5 mesi di stagione (un milione di euro netto).

Una fumata bianca può arrivare oggi, il che garantirebbe a Pinto di avere ancora 36 ore per andare a caccia di un suo sostituto. Non Xhaka però, che fino a giugno non si muoverà dall’Arsenal. Forse Danilo Pereira, che potrebbe invece arrivare in prestito per poi rivedere la situazione con il Psg (proprietario del cartellino fino al 2025) nella prossima estate. Un’alternativa può essere Nandez (Cagliari), magari in prestito.

E proprio per la prossima estate si sta invece ragionando su un possibile scambio tra Guedes e Carles Perez. Guedes è infatti un giocatore che piace tantissimo a Mourinho, è portoghese anche lui e fa parte della sua stessa identica scuderia, la Gestifute di Jorge Mendes. Ha un costo altissimo, circa 40 milioni di euro, ma anche un contratto in scadenza tra un anno e mezzo (giugno 2023).

La Roma sta cercando di mettere dentro nell’affare Carles Perez. Lo inserirebbe volentieri, a patto che venga valutato almeno 8-8,5 milioni. In quel caso per Guedes ci sarebbe la possibilità di tirare fuori un po’ di soldi in meno. Lo scrive “La Gazzetta dello Sport”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa