Resta in contatto

Prima Squadra

Petruzzi: “Pinto è stato sincero. Prima bisogna fare bene, poi i rinnovi.”

Fabio Petruzzi, ex difensore della Roma, ha parlato in seguito alla conferenza stampa del GM dell Roma Tiago Pinto

Fabio Petruzzi, difensore della Roma in più finestre dal 1989 alla stagione 1999-2000, ha rilasciato alcune dichiarazioni ai microfoni di TMW Radio, nel corso della trasmissione “Maracana”. Di seguito le sue parole:

Come interpreta le parole di Pinto di ieri su Zaniolo?
“E’ stato molto sincero, ha detto la realtà. Credo che la Roma debba pensare a fare bene da qui fino a fine campionato, visto che la classifica è deludente. Non può permettersi di rinnovare contratti così. Zaniolo potenzialmente può diventare tra i giocatori più forti ma finora non ha ancora vinto. Ad oggi deve crescere e dimostrare ancora. Pinto è stato sincero, è abituato a un calcio diverso, dove se dimostri, si rinnova. Non puoi permetterti di rinnovare contratti essendo sesta o settima in classifica. Una volta che mostri le potenzialità, allora si può pensare di rinnovare”.

È un autogol di Pinto?
“Vlahovic sono quasi due anni che ha dimostrato il suo valore. Zaniolo purtroppo per i suoi infortuni è stato fermo. Deve ancora dimostrare, si vede potenzialmente cosa può diventare ma ancora deve dimostrare. La Roma è settima in classifica, non è una squadra che lotta per lo Scudetto. Credo che tutti i calciatori della Roma debbano ora dimostrare qualcosa e non possono pretendere qualcosa. E poi bisogna capire quanto piaccia realmente a Mourinho. Io credo che con Mourinho a giugno arriverà un giocatore importante in mezzo al campo. Davanti non so cosa succederà. Ripeto, Zaniolo è un giocatore potenzialmente straordinario che deve essere indirizzato. Mourinho lo ha messo anche in panchina e gli ha fatto capire che deve crescere ancora”.

Se fosse la Juve, meglio il rinnovo di Dybala o punta su Zaniolo?
“Dybala sono anni che ha dimostrato qualcosa. Zaniolo potenzialmente può diventare come lui. Uno ha tanta potenza, l’altro è tanta qualità, sono diversi”.

Mourinho sarà soddisfatto del mercato?
“Io dico che quando un grande allenatore ti chiama, un calciatore si muove, anche per la Roma. Per me la Roma a giugno farà due-tre colpi importanti”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Prima Squadra