Resta in contatto

Amarcord

Amarcord, 11 marzo 1991: tanti auguri ad Alessandro Florenzi

Torreira

Il giocatore, romano e romanista, compie oggi 31 anni. Dalle giovanili della Roma al Crotone, per poi tornare in giallorosso, conquistando la maglia della nazionale. Oggi al Milan

Tanti auguri ad Alessandro Florenzi: il giocatore giallorosso, centrocampista o difensore all’occorrenza, nasce l’11 marzo di 30 anni fa a Vitinia. Inizia a muovere i suoi primi passi da calciatore nelle giovanili della Roma. Grazie a Bruno Conti, che si innamora tecnicamente delle sue qualità, scala velocemente i gradi delle giovanili giallorosse, arrivando, nella stagione 2010-11 a conquistarsi la fascia di capitano della primavera allenata da Alberto De Rossi. In quell’annata arriva anche la prima presenza in Serie A, al posto di Totti, in un Roma-Sampdoria vinto dai giallorossi per 3-1.

L’estate dello stesso anno viene ceduto al Crotone: con i calabresi Florenzi raggiunge la maturità calcistica, realizzando 11 reti in 37 gare, e conquistandosi il titolo di miglior giovane della Serie B. Tornato a casa, in poco tempo si ritaglia il suo spazio all’interno della rosa, diventando in poco tempo uno dei titolarissimi della squadra. Con la Roma arriva l’esordio in Champions League (competizione in cui segnerà uno dei gol più belli mai visti, con un tiro dai 55 metri), e, in diverse occasioni, la fascia da capitano. Dotato di grande velocità e di un tiro incredibile, alla Roma mette in mostra le sue doti, arrivando a conquistarsi anche la maglia da titolare della nazionale maggiore. Nonostante il terribile doppio infortunio al ginocchio del 2016, a causa del quale resta fermo per quasi un anno, la grinta e la voglia di vincere non lo abbandonano mai.

Nella stagione 2018-2019, complice un calo generale della squadra, anche la fiducia dei tifosi inizia a venir meno: nella stagione 2019-2020  il tecnico Paulo Fonseca non lo vede come titolare della squadra, e nella finestra invernale di gennaio, il giocatore decide di trasferirsi in prestito al Valencia. Dopo il ritorno dalla Spagna, Florenzi passa al Paris Saint Germain, in prestito con diritto di riscatto fissato a 9 milioni: riscatto che non arriva. Da Parigi a Milano, sponda rossonera, dove sta trovando sempre più spazio.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Amarcord