Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rassegna Stampa

Zaniolo: «Una Roma perfetta». Mourinho: «Prova strepitosa»

Notte fantastica per il 22 giallorosso. Il tecnico: “I tifosi sono stati fantastici, c’è empatia e passione con la squadra”

Corriere della Sera – Ieri per la Roma e per Nicolò Zaniolo è stata una serata magica: schiantato il Bodo 4-0, vendicata l’umiliazione del 6-1 nella fase a gironi. Il numero 22 si è preso il palcoscenico realizzando una tripletta in cui ha fatto vedere tutte le proprie qualità da campione. Una notte fantastica per Nicolò, abbracciato da Mourinho al momento della sostituzione, dopo la tripletta segnata: l’ultimo a riuscirci in Europa era stato Edin Dzeko, il 2 ottobre 2018 nella vittoria per 5-0 contro il Viktoria Plzen nel girone di Champions.

Zaniolo a fine gara: “Abbiamo fatto la partita perfetta, come ci ha chiesto il mister, ora andiamo in semifinale e siamo contenti, io sono felice di aver aiutato la squadra e per i tifosi che ci sostengono sempre, non ci fermiamo qui. Nei periodi belli e brutti ho sempre pensato a mantenere l’equilibrio e lo devo fare anche adesso. Io voglio giocare, rispetto le decisioni del mister anche quando sto fuori, voglio dare una mano alla squadra come ho fatto contro il Bodo. I tifosi mi sono stati sempre vicini, soprattutto nei momenti difficili: posso solo ringraziarli».

Mourinho ha molti motivi per essere felice: “La cosa più importante era andare in semifinale, abbiamo giocato una grande partita. Ero fiducioso anche dopo l’andata, ho sempre avuto la sensazione che eravamo superiori, ci siamo concentrati solo sul campo. È inaccettabile che abbiamo dovuto aspettare la quarta partita per vincere col Bodo. I tifosi sono stati fantastici, c’è empatia e passione con la squadra, ora andiamo a Napoli e vogliamo vincere per finire al quinto posto. Giocare bene e vincere è fantastico, penso che giochiamo molto meglio di quello che dice la gente, in questa stagione abbiamo fatto molte partite con qualità, non vinciamo solo per il carattere. Zaniolo? Si parla troppo di lui perché fa vendere, sarebbe meglio per tutti lasciarlo tranquillo”.

In gol anche Tammy Abraham, che ieri ha segnato il gol numero 24 in stagione, l’ottavo in Conference League, raggiungendo Volk nella classifica dei migliori marcatori giallorossi alla prima annata nella Capitale.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa