Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rassegna Stampa

Le partite della Roma non finiscono mai: diciannove gol nel finale

Il carattere dei giallorossi emerge nel finale di gara

Il gol di El Shaarawy al 91esimo contro il Napoli è soltanto l’ultimo esempio di quello che ormai è diventato un marchio di fabbrica. Sono già 11 le gare, Conference League compresa, in cui la Roma ha segnato tra l’80esimo e i minuti di recupero. In totale fanno 13 punti in più in campionato e 19 gol. Sono dati che mostrano naturalmente la forza mentale della squadra, che non si dà mai per battuta. C’è voluto qualche mese di lavoro, ma Mourinho è riuscito a plasmare a sua immagine e somiglianza la squadra.

Prima della gara contro il Napoli, la Roma aveva giocato una partita da dentro o fuori contro il Bodo e aveva speso energie nei muscoli e nella mente. Per molti allenatori il giovedì sera è considerato un problema quasi irrisolvibile. La Roma, invece, ha chiuso il Napoli nella propria metà campo e dominato la ripresa. Ha avuto occasioni per pareggiare ed ha segnato al 91esimo. Nel recupero ha avuto anche la possibilità di vincere.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa