Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rassegna Stampa

Mentalità e fame: comanda Mou

Una svolta nata grazie al lavoro quotidiano e alla sicurezza trasmessa ai giocatori

Il Tempo – Il passo in avanti cheisto da Mourinho c’è stato. Mai come adesso la Roma sembra aver assimilato la mentalità e la fame di vittoria dell’allenatore. I giallorossi non perdono in campionato dalla sfida contro la Juventus con tanto di sfogo dello Special One.

Quelle parole sono risuonate in maniera ancor più chiara nello spogliatoio e hanno colpito nel segno, provocando una reazione positiva. Una svolta nata grazie al lavoro quotidiano e alla sicurezza trasmessa ai giocatori. Non è un caso se da inizio stagione la Roma ha segnato addirittura 7 gol nei minuti di recupero.

Un’evoluzione che riguarda anche il gioco espresso: la rete di El Shaarawy al Maradona o di Mkhitaryan a Marassi ono soltanto due esempi lampanti della qualità mostrata dalla squadra in fase di costruzione. Arrivare alla Juventus è un’impresa: la Roma è in svantaggio per gli scontri diretti, poi ha partite difficili in successione e anche la Conference League che rischia di togliere molte energie.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa