Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Amarcord

Amarcord, 22 aprile 1915: ad Aulla nasceva lo storico presidente giallorosso Dino Viola

Il presidente più vincente della storia giallorossa: 5 titoli dal 1979 al 1991

Il 22 aprile 1915 nasceva Dino Viola, presidente della Roma dal 1979 al 1991 (anno della sua morte). Dino Viola entrò a far parte della società giallorossa nel 1963, quando il presidente era Franco Marini Dettina. Salutò i colori giallorossi nel 1971, per poi tornare nel 1975 sotto la presidenza di Gaetano Anzalone. Il 16 maggio 1979 riuscì a rilevare la società. Nei suoi quasi 12 anni di presidenza la Roma vinse ben 5 titoli, facendo di Viola, di fatto, il presidente più vincente della storia giallorossa. In bacheca finirono infatti uno Scudetto (1982-83, a 41 anni di distanza dal precedente) e ben 4 Coppe Italia (1979-80, 1980-81, 1983-84, 1985-86). Sotto la presidenza Viola la Roma raggiunse anche, per la prima e unica volta nella sua storia, la finale di Coppa dei Campioni/Champions League nella stagione 1983-84, purtroppo persa all’Olimpico contro il Liverpool ai calci di rigore.

Viola morì il 19 gennaio 1991, a 75 anni, a causa di un tumore all’intestino. Prima dei problemi di salute, alla festa di Natale del 1990 di tutti i dipendenti di Trigoria, fece in tempo a conoscere un 14enne di cui tutti parlavano bene, al quale strinse la mano dicendo: “Mi dicono che sei bravo. Continua così”. Quel ragazzino di soli 14 anni era Francesco Totti. Il 19 gennaio 1995, a 4 anni dalla sua scomparsa, il Comune di Roma gli ha dedicato una piazza. Non una qualunque, bensì quella antistante il Centro Sportivo Fulvio Bernardini, casa e sede della società, il “Piazzale Dino Viola“.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Ubaldo Righetti (@ubaldo_righetti)

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Amarcord