Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rassegna Stampa

Zaniolo c’è. Spinazzola col Bologna

Si potrebbe vedere Spinazzola con il Bologna

Con i migliori a Leicester. Mourinho dovrebbe poter contare sul gruppo al completo nella trasferta inglese, compresi Zaniolo e Cristante. Il nr.22 ha smaltito il problema alla caviglia rimediato a Napoli e oggi è atteso regolarmente in campo nel primo allenamento in vista della semifinale dopo la domenica di riposo concessa dal tecnico.

A Trigoria si respira grande ottimismo pure per Cristante, fermato da una fastidiosa lombalgia che non preoccupa troppo in vista di giovedì. Oliveira, che domenica prossima sarà squalificato col Bologna, si tiene pronto. Possibile quindi che la Roma torni a schierare la stessa formazione che ha steso il Bodo Glimt all’Olimpico, con Cristante e Mkhitaryan in mediana, la coppia Pellegrini-Zaniolo sulla trequarti e Abraham a guidare l’attacco.

Per il centravanti inglese un ritorno in patria e la presenza numero 47 in stagione: solo Rui Patricio ha giocato più minuti di lui. La squadra si allenerà anche mercoledì nella Capitale, seduta fissata alle 11 poi dopo pranzo la partenza per l’Inghilterra, con la conferenza stampa di Mourinho fissata alle 18.30 locali (le 19.30 italiane) al King Power Stadium. Il rientro della Roma è previsto nella notte direttamente dopo la partita. La gara del 1° maggio col Bologna potrebbe segnare il ritorno di Spinazzola in campo almeno per uno spezzone: l’esterno umbro è ormai recuperato e negli ultimi giorni sta accelerando. Lo scrive “Il Tempo”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa