Resta in contatto
Sito appartenente al Network

L'angolo dell'avversario

Bologna, De Leo: “Con la Roma giocheremo a viso aperto. Medel su Abraham? Non sarà un problema”

Emilio De Leo, il secondo di Sinisa Mihajlovic, ha presentato la sfida tra Roma e Bologna in conferenza stampa

Emilio De Leo, secondo di Sinisa Mihajlovic, ha parlato questa mattina in conferenza stampa. Il tecnico ha presentato la sfida tra Roma e Bologna (fischio d’inizio domani ore 20:45). Ecco le sue parole:

 

Avete risolto il dilemma che vi ha detto Sinisa, che se continuate a vincere lui resta a casa?

“Ovviamente scherzando speriamo di continuare così, speriamo che il mister riesca a rientrare. Lo aspettiamo a braccia aperte, non vediamo l’ora che rientri”.

 

Come vede la Roma di domani? Vi ponete dei limiti?

“Limiti assolutamente no. Faremo sempre lo stesso tipo di gara, giocando a viso aperto, penso che la Roma sia una delle migliori del nostro campionato, è una squadra che ha acquisito grande mentalità. Dovremo restare fino all’ultimo minuto con la testa nella partita, restando corti e compatti, consapevoli di fare male in ripartenza”.

 

Come sta la squadra?

“Tolto il problema di Dijks stanno tutti bene, abbiamo tranquillità nelle scelte e nella gara, come Sansone a partita in corso, c’è modo di fare la differenza anche così”.

 

Cosa l’ha colpita nella Roma giovedì?

“Molto bene, si assumono responsabilità, a volte anche a campo aperto, non hanno perso la testa e la bussola. La Roma a parte l’inizio è venuta fuori molto bene”.

 

Medel dovrà affrontare Abraham.

“Sì, ma ormai anche se è più piccolo appare più grande perché ha più stima e più convinzione. Non sarà un problema”.

 

Vi aspettate una Roma distratta visto il percorso in Conference? Aebischer è in grande crescita?

“Non pensiamo ad una Roma distratta, hanno un allenatore con una mentalità vincente, non ci sono dubbi ed equivoci da questo punto di vista. L’allenatore incide in questi casi, infondendo fiducia a tutti gli elementi del gruppo quotidianamente. Aebischer sta lavorando benissimo, si sta introducendo gradualmente, ha esperienza comunque e lo sapevamo”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da L'angolo dell'avversario