Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Calciomercato

Julio Sergio: “Dybala alla Roma? È un grande giocatore, ci sono tante valutazioni da fare”

Julio Sergio Bertagnoli ha parlato della possibilità che Dybala possa accasarsi alla Roma nel corso della prossima sessione di marcato

Julio Sergio Bertagnoli è stato intervistato dal portale IlBiancoNero.com: ha parlato del suo passato, del suo presente e di Paulo Dybala, recentemente finito in orbita Roma. Ecco le sue dichiarazioni:

Qual è stato il giocatore più forte che hai mai sfidato?
“Sicuramente Del Piero. Soprattutto per il suo modo di calciare era quello che temevo di più. Ho avuto però la fortuna di sfidare tanti campioni come: Ibra, Pirlo o Cristiano Ronaldo. Ma ho avuto anche il piacere di giocare con altrettanti fenomeni tipo: Totti, De Rossi o Menez che, era uno che non è riuscito ad esprimere tutto il suo valore ma era davvero devastante”.

Prenderesti Dybala alla Roma?
“Difficile dirlo. È un grande giocatore ma ci sono molte valutazioni da fare, non è un calciatore che costa poco. Bisogna anche vedere se rientrerebbe nel modo di giocare dell’allenatore. È un grande giocatore, se pensano che possa dare un contributo alla squadra ben venga”.

Chi vedi favorita per lo Scudetto?
“È difficile. Possono accadere degli sbagli come ha fatto l’Inter e tutto può cambiare. Se il Milan non se lo lascia scappare è favorita ma secondo me lo decideranno all’ultima giornata”.

Di cosa ti occupi ora? Sei ancora a contatto con il mondo del calcio?
“Ho aperto un’azienda e faccio il procuratore di calcio. Sono venuto in Italia per questo e ora mi trovo a Roma, dopo aver girato vari posti in Italia. Ho tanti amici a Roma e sono rimasto molto legato anche alla società”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Calciomercato