Resta in contatto

Rassegna Stampa

Aguerd, sgambetto a Mourinho. Ibanez in bilico, il sostituto può essere Senesi

Spunta un retroscena di mercato: Mourinho aveva seguito personalmente Aguerd. Ma qualcosa succederà

José Mourinho vuole un difensore centrale, possibilmente mancino, per rendere più solida e sicura la sua Roma. La vicenda emersa nelle ultime ore è sorprendente: L’allenatore aveva puntato e segnalato il nazionale marocchino Nayef Aguerd, ieri presentato dal West Ham. Ma i Friedkin non hanno potuto accontentarlo, davanti alle richieste del Rennes. E infatti gli inglesi hanno speso una cifra spaventosa acquistarlo: 35 milioni di euro.

Ma qualcosa si muoverà a Trigoria, anche nel reparto centrali che evidentemente per Mourinho va arricchito con un potenziale titolare, a prescindere dal modulo che verrà scelto per la prossima stagione. E siccome i quattro difensori della Roma sono tutti di piede destro, almeno uno verrà venduto: il principale indiziato è Roger Ibañez, che piace a diverse squadre di Premier League ed è valutato 25-30 milioni.

Gli altri tre per ragioni diverse dovrebbero invece restare: Smalling è il leader della difesa e, all’ultimo anno di contratto, avrà il rinnovo automatico quando raggiungerà il 50 per cento delle presenze stagionali; Mancini sta per firmare fino al 2027 e per Mourinho rappresenta una certezza in termini di personalità e spirito; Kumbulla è un giovane (è del 2000) per il quale la Roma dal primo luglio dovrà pagare circa 17 milioni al Verona per il riscatto obbligatorio ed è un investimento sul futuro.

La Roma potrebbe tornare a parlare di Marcos Senesi, sfidato nella finale di Conference League a Tirana. Con il Feyenord c’è stato qualche contatto, anche se non una vera trattativa. Il giocatore, che è italo-argentino, piace molto a Trigoria e ha i requisiti richiesti: mancino, bravo nell’impostazione, attento nella marcatura. Ha il contratto in scadenza nel 2023 e ha una proposta anche dal Valencia, uno dei club più vicini a Jorge Mendes, interlocutore privilegiato per la Roma. Lo scrive il Corriere dello Sport.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa