Resta in contatto
Sito appartenente al Network

News

Capello: “Sono innamorato di Matic, alla Roma non serve un altro a centrocampo”

Le parole dell’ex allenatore giallorosso sul momento della squadra di Mourinho e sul prossimo impegno contro la Juve

Fabio Capello ha rilasciato alcune dichiarazioni ai microfoni di Sky Sport. Tanti gli argomenti toccati, dal centrocampo a Belotti, fino alla prossima sfida contro la Juventus di Allegri:

“Un nuovo centrocampista per la Roma? Non credo che Mourinho ne abbia bisogno. Fossi in lui non mi preoccuperei. “Mourinho ha già giocatori importanti ed ha preso Matic. Un giocatore del quale sono innamorato. L’ho affrontato quando ero sulla panchina della Russia e devo dire che mi impressionò. Non è un regista, ma se lo piazzi davanti alla difesa diventa un ostacolo per tutti gli avversari”

“Mourinho ha tante possibilità. Può riportare Pellegrini più avanti, dare fiducia a Cristante e soprattutto puntare su Matic. Non vedo la necessità di prendere un centrocampista. Belotti? Quella è un’operazione che ci sta. L’ex granata è un attaccante generoso, a volte anche troppo. Lavora tanto per la squadra e rischia di arrivare scarico sotto porta, ma se dovesse arrivare alla Roma si impegnerà tanto e potrebbe aiutare la squadra. Parallelismi con Del Vecchio? Belotti è un centravanti, Marco era uno che svariava e amava partire da sinistra. Era in tutte le zone del campo e per i compagni era fondamentale”.

E sul prossimo big match di campionato tra Juventus e Roma: “Dirà tanto soprattutto per i giallorossi. La Juve è la squadra dello scorso anno, forse anche più debole a causa degli infortuni. Mancheranno Chiesa, Pogba, Di Maria e rispetto allo scorso campionato Allegri non avrà De Ligt e Chiellini. Per i bianconeri sarà una gara difficile. La Roma ha le idee chiare ed ha capito come deve giocare: ha qualità e velocità ed uno Spinazzola in più rispetto allo scorso anno. I giallorossi si presenteranno a Torino in fiducia. Sarà una gara che si deciderà sugli esterni”.

17 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

17 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da News