Resta in contatto
Sito appartenente al Network

L'angolo dell'avversario

Serie A, l’Udinese non si ferma. Vince il Bologna, primo punto del Monza

Il racconto delle gare delle 15: ancora diverse le polemiche dai campi

L’UDINESE CALA IL TRIS

L’Udinese non si ferma. La squadra di Sottil continua a stupire e si mantiene un punto sotto il gruppo in vetta formato ora da Milan, Napoli e Atalanta. Dopo aver rullato la Roma, ribalta il Sassuolo che nella prima frazione si era portato in vantaggio con Frattesi. Pareggia Beto. Poi in pieno recupero completano la rimonta Samardzic e l’attaccante portoghese che aveva cominciato in panchina.

LEGGI LA CRONACA E LE VOCI DEI PROTAGONISTI DI SASSUOLO-UDINESE

PRIMO PUNTO IN A PER IL MONZA

Il Monza festeggia il primo punto nella sua storia in Serie A. Sblocca il risultato su punizione Sensi, che non aveva mai segnato prima su questa specialità. Nella ripresa appena entrato in campo realizza l’1-1 Gonzalez con la sua prima rete in A. Altra partita del weekend contraddistinta dalle polemiche per le decisioni arbitrali: il presidente dei pugliesi Sticchi Damiani chiede due rigori.

LEGGI LA CRONACA E LE VOCI DEI PROTAGONISTI LATO MONZA

LEGGI LA CRONACA E LE VOCI DEI PROTAGONISTI LATO LECCE

BOLOGNA: VITTORIA SENZA SINISA

Arnautovic è l’oro del Bologna in questo avvio di stagione: 6 gol in 6 partite, meno in Europa solo di Mbappé, Haaland e Lewandowski. La Fiorentina si porta in vantaggio con Martinez Quarta. I rossoblù la rimontano con Barrow (esultanza polemica) e il bomber austriaco. Prima partita senza Mihajlovic, prima vittoria. Da lunedì la squadra sarà affidata a Thiago Motta.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da L'angolo dell'avversario