Resta in contatto

Rassegna Stampa

Belotti, straordinari per essere protagonista nella Roma

Andrea Belotti corre verso la forma perfetta: lavora sodo a Trigoria

C’è un’immagine, di quelle pubblicate ieri dalla Roma, in cui si vede Andrea Belotti mentre si allena con il cronometro in mano. Lo ha anche qualche altro compagno, ma l’ex Torino è l’unico che lo osserva con attenzione. Sa bene, Belotti, quanto siano importanti questi giorni per lui perché, dopo un’estate trascorsa ad allenarsi da solo, non appena arrivato a Roma si è subito messo a disposizione e, di fatto, ha ottenuto la condizione giocando.

Adesso, in questa sosta, potrà fare una sorta di mini preparazione e potrà dedicarsi alla famiglia e alla quotidianità visto che, da Palermo, lo hanno raggiunto la moglie e la figlia. Per Mourinho è fondamentale che Belotti acquisti in fretta dinamismo e agilità e diventi quel bomber cattivo di cui la Roma ha bisogno.

A maggior ragione adesso che le partite sono tante e che Abraham avrà anche il Mondiale. Andrea può essere molto di più di un bomber di scorta e per questo lo staff giallorosso lo sta preparando a dovere. Lui si sta allenando nel migliore dei modi, il gol contro l’Helsinki lo ha aiutato a sbloccarsi. Deve e può fare molto di più. Non è un caso, infatti, che sia contro i finlandesi sia contro l’Atalanta abbia brillato nei duelli (aerei e non) vinti. Lo scrive la Gazzetta dello Sport.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa