Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rassegna Stampa

Moratti “Roma fatta per lui. José è ringiovanito”

Parole d’affetto dell’ex patron nerazzurro

Quando la Roma ha ingaggiato Mourinho, ho pensato ai tifosi giallorossi: a quanto sarebbero stati felici di svegliarsi ogni mattina, avendo come allenatore il portoghese”. Quando a Massimo Moratti capita di parlare dello Special One, continua a sgorgare un enorme affetto. Troppo forte quel legame che è nato ormai 14 anni fa e che si è cementato fino a diventare indissolubile, dopo che l’Inter ha conquistato la Champions League, ovvero l’ultimo pezzo del Triplete. E allora chi meglio dell’ex presidente nerazzurro per spiegare chi è davvero Mourinho? Infatti, è stato l’ospite speciale della presentazione del libro “Diventare Mourinho”, scritto da Ivan Zazzaroni.

Non ho provato alcuna gelosia per il ritorno in Italia di Mourinho, al contrario mi ha fatto piacere Una serata speciale per parlare del nuovo libro del nostro direttore sullo Special One. Ho subito pensato che fosse la piazza giusta per lui per esprimersi. Inoltre, credo che gli abbia dato l’opportunità di tornare più giovane, nel senso che si ritrova con i problemi che doveva affrontare a inizio carriera. Quindi, una squadra da costruire, ma senza la possibilità di dire: “Mi piace Ibrahimovic”. Non so dire se si stia divertendo, ma ho idea che l’esperienza gli piaccia. Magari rischia un po’ meno, rispetto a quando allenava Inter o Real Madrid, ma questo non gli impedisce di metterci tutto sé stesso“. Lo scrive Il Corriere dello Sport.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa