Resta in contatto
Sito appartenente al Network

News

Cozzoli (pres. Sport e Salute):” Giocando ogni 3 giorni il manto erboso è sotto stress”

Pronto un percorso condiviso con Roma e Lazio

Il presidente di Sport e Salute, Vito Cozzoli, ha parlato a margine del Gran Galà del Calcio, tornando sulla polemica del prato dello stadio Olimpico. Queste le sue dichiarazioni:

“Stamattina il mister Sarri, che io ringrazio, ha confermato che non lascia lo stadio Olimpico perché, sia la Roma che la Lazio, si trovano bene a giocare in uno degli stadi più belli d’Italia e noi di Sport e Salute, che siamo i proprietari, ne siamo molto fieri. Mettiamo in condizione le squadre di giocare sul miglior manto erboso possibile. Sport e Salute investe sullo stadio, lo industrialmente attraverso il tour dello stadio insieme a Roma, Lazio e FIGC, ma ovviamente mettiamo in condizione i club di avere un manto erboso adeguato anche per le loro performance. Giocando ogni 3 giorni il manto erboso è sotto stress. La riunione tecnica di stamattina, a cui erano presenti anche Tare e Milinkovic-Savic, ha prodotto dei risultati anche nell’immediato. Sono certo che nel medio-lungo periodo porteranno dei risultati importanti. Non è stata la prima volta, c’è un percorso continuo con Roma e Lazio affinché lo stadio sia veramente casa loro e possano esprimere le migliori capacità nel manto erboso”.

 

 

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da News