Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Amarcord

Amarcord, 21 ottobre 2012: in svantaggio di due reti, la Roma espugna il Ferraris (VIDEO)

Bellissima vittoria degli uomini di Zeman, che vanno inizialmente sotto ma poi recuperano grazie alle reti di Totti, Lamela e Osvaldo. Doppietta per l’argentino

Il 21 ottobre del 2012 la Roma espugnava il Ferraris di Genova imponendosi per 2-4 nella sfida serale contro il Genoa di De Canio. La partita non si mette bene per i giallorossi, che al 7′ sono già a costretti a rincorrere, a causa del vantaggio dei padroni di casa grazie alla rete siglata da Kucka. La Roma prova a scuotersi ma inutilmente, dato che al 15′ arriva il raddoppio dei grifoni firmato Jankovic. Nonostante lo svantaggio, ci pensa Totti a riaprire la gara: al 27′ Piris intercetta il pallone e serve il capitano, che con una rasoiata perfetta insacca la rete del momentaneo 2-1. Prima del fischio finale del primo tempo, la Roma riesce anche a piazzare il gol del 2-2 riequilibrando la partita: al 44′ Piris riesce a raggiungere il pallone sulla linea di fondo, crossa al centro e serve l’argentino, che di mezza rovesciata buca la porta difesa da Frey. 2-2, c’è ancora speranza.

Nella ripresa la Roma parte in quarta, e al 56′ trova il gol del vantaggio: calcio d’angolo per i giallorossi battuto da Florenzi, che pesca la testa di Osvaldo che infila nuovamente la porta rossoblu. La Roma passa in vantaggio ma ormai ha preso il largo; il Genoa non riesce più a contenere le discese dei giallorossi, e complice il voler riportare in parità il risultato, si scopre troppo offrendo il fianco agli uomini di Zeman. All’83’ infatti arriva anche il gol del definitivo 2-4: Totti cerca di servire Pjanic ma la palla viene recuperata dalla difesa genoana. Come un falco arriva Lamela, che arpiona la sfera e con un sinistro a giro, buca per la quarta volta la porta di Frey. La Roma vince e convince, nonostante l’impasse iniziale, e porta a casa 3 punti decisivi per il cammino in campionato.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Amarcord