Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rassegna Stampa

L’Olimpico si rinnova: ecco un’altra gemma dei Friedkin

Novità riservata agli utenti del Business Club: arriverà una sala dotata ad ogni confort. Aggiornamenti anche in Tribuna Tevere

Una sala dotata di ogni comfort nel cuore dell’Olimpico. È l’ultima novità voluta dai Friedkin riservata agli utenti del Business Club, il network creato dalla Roma per mettere in contatto i professionisti che hanno scelto di unire la passione sportiva al mondo degli affari.

Il nuovo spazio, situato a pochi metri dall’ingresso della tribuna 1927, è stato ristrutturato in accordo con Sport e Salute e verrà utilizzato esclusivamente dalla società giallorossa per i match casalinghi e in occasione di alcuni eventi organizzati allo stadio (resterà invece chiuso durante le gare della Lazio).

Ad inaugurare l’area “Club 1927” è stato il Ceo Pietro Berardi, prima dell’ultima gara di Europa League giocata con il Ludogorets: “Siamo costantemente impegnati nella ricerca di un’esperienza di hospitality di qualità sempre più alta. Dietro ogni partita c’è il lavoro di una squadra che cura in ogni dettaglio ciò che offriamo ai nostri ospiti, dall’accoglienza al fischio finale. I costanti sold out di queste aree e la necessità di dover aprire una waiting-list sono per noi un riconoscimento importante del lavoro che stiamo portando avanti”.

Presto un’altra sala verrà aperta anche alle spalle della Tribuna Tevere, per allargare sempre di più la community e offrire un’attenzione speciale anche a chi ha scelto di acquistare i nuovo palchetti comparsi all’inizio della stagione. L’ultima di una serie di innovazioni che, dallo scorso anno campionato, hanno migliorato l’esperienza vissuta all’Olimpico

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa