Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rassegna Stampa

Si muove Mourinho: la Roma insiste per Bellerin, José pronto a convincerlo

L’esterno destro spagnolo del Barcellona sta diventando una pista importante nelle idee della squadra giallorossa per il futuro

Tra i rumours di mercato se ne parla già da un po’, è pronta la prossima telefonata motivazionale di José Mourinho. Stavolta a squillare presto dovrebbe essere il cellulare di Hector Bellerin, il terzino destro del Barcellona che sta trovando pochissimo spazio con Xavi. Alla Roma piace, è un’idea che sta prendendo piede dopo la rottura di Reggio Emilia tra l’allenatore portoghese e Rick Karsdorp.

Del resto, la Roma in caso di cessione a gennaio dell’olandese potrebbe anche restare così, spostando Zalewski a destra per andare a far coppia con Celik e recuperando Viña a sinistra come alternativa a Spinazzola. Questo, però, sulla carta, in teoria. In realtà, invece, Mourinho vuole subito un cambio al posto di Karsdorp ed è pronto – in caso serva – a spendersi anche personalmente.

Bellerin sta diventando una pista importante nelle idee della Roma del futuro. Del resto è un giocatore che Mou conosce bene per averlo affrontato tante volte in Premier League e che ha anche una discreta esperienza internazionale (24 le sue presenze nelle coppe europee). Quando era all’Arsenal Hector era in grado di percorrere 40 metri in soli 4,42 secondi (nessun altro era mai stato così veloce).

In più non costa tanto, se non niente, visto che ha il contratto in scadenza a giugno prossimo. Di più, Xavi ha già fatto sapere alla sua dirigenza che a gennaio vuole cambiare gli esterni e ha chiesto di sistemare altrove proprio Bellerin, oltre a Jordi Alba e Sergio Roberto.

Sulle tracce di Hector allora è tornato prepotentemente anche il Betis Siviglia, dove ha giocato nella scorsa stagione, ma che per poter prenderlo deve liberarsi per questioni di fair play di due giocatori (gli indiziati sono Moron e Montoya). Insomma, i margini per inserirsi ci sono. Lo riporta La Gazzetta dello Sport.

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest

1 Commento
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa