Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rassegna Stampa

Vendita Samp, spunta un’ipotesi da sogno con Vialli, Pallotta e Baldini

L’ex proprietario giallorosso interessato al club italiano

Il suo nome, accostato alla Sampdoria, circola da tempo, ma ora, con certe voci che si fanno sempre più forti, appare più che mai d’attualità. Stiamo parlando di James Pallotta, l’ex proprietario americano della Roma. Dietro al fondo anglo americano, con base a Londra, già in data room e con due diligence in fase avanzata, tanto che sarebbe vicino a presentare un’offerta per l’acquisto della Sampdoria, ci sarebbe l’imprenditore che vive fra Boston e Miami come figura di riferimento. Le prime indicazioni dell’interessamento di Pallotta risalgono a giugno, ma il diretto interessato allora aveva immediatamente (anche se timidamente) smentito, facendosi forte di una possibile scalata al Palermo, poi finito con la stessa proprietà araba nella galassia del Manchester City. Si dice che la figura chiave di questa operazione possa essere Franco Baldini, padre di Mattia, attuale direttore sportivo “in pectore” del club blucerchiato, promosso a figura di riferimento di Stankovic, con trasferimento di Osti e Faggiano solo sulle operazioni di mercato. Franco Baldini è dirigente molto ascoltato da Pallotta, una sorta di consigliere personale. Il feeling con il miliardario americano è molto elevato: tanto per capirsi, quando i due erano a Roma, ad un certo punto Baldini ebbe problemi con l’icona Totti.

Di più: Baldini ha anche ottimi rapporti con la famiglia Garrone. Fu sondato, anni fa, come possibile responsabile dell’area tecnica della Sampdoria ed era presente, come rappresentante della Roma, ma anche a titolo personale, ai funerali di Riccardo Garrone. Certamente non avrebbe particolari difficoltà nell’ottenere aiuto da Edoardo Garrone nell’operazione, come facilitatore, ma verrebbe da dire proprio come sponsor.
Non è finita. Le indiscrezioni, che chiamano in causa Pallotta e Baldini, e nella fotografia, magari sullo sfondo, sognano che pure Garrone possa avere un ruolo, coinvolgono un altro pezzo forte. Si tratta di Gianluca Vialli, che non ha mai nascosto di desiderare la presidenza blucerchiata. Pallotta, Baldini, Vialli. Ce n’è abbastanza per far girare la testa. Bisogna però fare in fretta. La situazione delle casse blucerchiate è delicata, un intervento esterno è necessario, l’assemblea del 14 dicembre è uno spartiacque. Si attende un’offerta, il fondo anglo-americano pare decisamente avvantaggiato rispetto all’altro soggetto americano in data room e al fondo Merlyn Partners, quello che ha acquistato il Lille e che è stato accostato alla Samp. Va detto che tutto questo interesse ha un po’ tranquillizzato l’atmosfera a Corte Lambruschini. Ora si respira fiducia sul futuro del club. Lo scrive “La Repubblica”.

 

11 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

11 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa