Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Qatar 2022

USA-Iran tra proteste, polemiche e minacce: si alza la tensione

Sale la tensione in vista del match tra USA e Iran, valido per l’ultima giornata della fase a gironi e decisivo per le sorti delle due nazionali a Qatar 2022. Gli Stati Uniti devono vincere per proseguire il loro cammino. All’Iran può andare bene anche il pareggio, ma nello stesso tempo dovrebbe sperare nella sconfitta del Galles contro l’Inghilterra.

Minacciate le famiglie dei giocatori iraniani

Nelle ultime ore le famiglie dei calciatori iraniani sarebbero state “minacciate di arresto e tortura se i giocatori non si comporteranno bene prima della partita contro li Stati Uniti” ha scritto la CNN.

Dopo essersi rifiutati di cantare l’inno nazionale, i calciatori dell’Iran avrebbero avuto un confronto con i membri del Corpo delle guardie rivoluzionari iraniane. Ai giocatori sarebbe stato che che le loro famiglie avrebbero subito “violenze e torture” qualora non avessero cantato l’inno nazionale. Alcune decine di ufficiali del Corpo, infatti, sono state inviare in Qatar per controllare la squadra.

La protesta dell’Iran contro la FIFA

Oltre alle minacce, anche le lamentele. Queste da parte della federazione calcistica iraniana contro la FIFA per la rimozione dell’emblema della Repubblica islamica dalla loro bandiera nei post sui social media della squadra degli Stati Uniti. 

Il motivo di questo gesto da parte dell’U.S. Men’s National Soccer Team? Il “sostegno alle donne in Iran che lottano per i diritti umani fondamentali”.

Le polemiche sulle frasi di Klinssman

Ad aggiungere pepe, poi, ci ha pensato l’ex ct degli USA, Juergen Klinsmann. Il tedesco è finito nel mirino per alcuni commenti in cui accusava il “Team Melli” (così è chiamata la nazionale iraniana) di aver influenzato l’arbitro durante la partita contro gli USA.

L’ex Inter, commentando la partita per la BBC, aveva dichiarato che i giocatori dell’Iran “si lavorano l’arbitro”. La federcalcio iraniana e il ct, Carlos Queiroz, hanno chiesto alla Fifa di far dimettere Klinsmann dalla Commissione tecnica della Fifa per Qatar 2022.

Rimani sempre aggiornato sul sito Tifosi in Rete

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Qatar 2022