Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Roma Primavera

Guidi: “Prestazione migliore rispetto al test con il Real. Sono soddisfatto dei ragazzi”

Le parole del tecnico della Primavera dopo la vittoria roboante nell’amichevole contro il Rapid Vienna

La Roma Primavera di Federico Guidi oggi ha affrontato in amichevole il Rapid Vienna vincendo per 6-2. A segno per i giallorossi Padula, Pagano, Majchrzak, Pisilli, Cherubini e Ruggiero. Queste le parole del mister ai anali ufficiali del club:

La prestazione è stata decisamente importante, al di là del risultato.

“Una prova estremamente convincente, da parte di tutti i ragazzi. Peccato per alcune sbavature nel finale che ci sono costate i due gol, e su questo dobbiamo lavorare, detto questo la squadra sul campo è stata molto bene. Ha giocato con qualità, intensità, le distanze sono state migliori rispetto a quelle nella partita contro il Real. Rispetto a quell’impegno, i ragazzi sono migliorati e sono stati recettivi. Hanno capito gli errori commessi e sono soddisfatto di loro”.

Sul sesto gol della Roma hanno attaccato la porta in quattro. Questo è un segnale?

“Sì, di questo sono orgoglioso e soddisfatto dei ragazzi. È la mentalità che cerchiamo di inculcare in allenamento. E voglio vedere sempre in campo l’atteggiamento che mettiamo negli allenamenti. Se vogliono diventare dei professionisti, i ragazzi non possono non partire dalla mentalità. E siamo sulla strada giusta”.

Lo diciamo col sorriso, ma alcuni giocatori ti stanno mettendo in difficoltà in vista della ripresa di gennaio e delle future scelte da fare?

“Louakima ha fatto molto bene, così come Pellegrini che è migliorato tantissimo. Falasca ha risposto positivamente in entrambe le partite. Potrei dire di Padula, Ciuferri, anche Ruggiero che non ha ancora esordito in campionato, sta mostrando un’intensità diverso ad inizio stagione. Ed è una cosa che ci fa sperare in vista della ripresa di gennaio, significa che i ragazzi stanno migliorando molto e tutti”

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Roma Primavera