Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Roma Femminile

Giugliano: “Abbiamo dimostrato tutto il nostro valore”

Le parole del numero 10 giallorosso dopo la vittoria per 2-0 contro il Milan

Assoluta protagonista della vittoria con il Milan, Manuela Giugliano ha commentato così il successo giallorosso ai media interni del club giallorosso.

Torniamo a casa con i tre punti.
“Finalmente, diciamo. Perché su questo campo fino a oggi non eravamo mai riuscite a portare a casa i tre punti. Siamo molto contente, perché riuscite a portare sul terreno di gioco il lavoro fatto in settimana. Ed è quello che ci interessa, in questo momento”.

Doppietta, e un gol addirittura di testa: erano tre punti veramente voluti.
“Assolutamente sì. In realtà, non so nemmeno io come ho fatto a saltare (ride, ndr): non sono in grado di segnare di testa! Siamo felici, perché non abbiamo mollato: alla fine del primo tempo eravamo sullo 0-0, ma negli spogliatoi ci siamo guardate e abbiamo deciso tutte insieme di portare a casa questa partita, dimostrando il nostro valore. Ossia, giocare palla a terra e avere il possesso. E per fortuna, ci siamo riuscite”.

Nel primo tempo avete incontrato delle difficoltà nella manovra: il Milan ha cercato di impedire di far girare il pallone come di solito fa la Roma.
“Assolutamente sì. Ma come ho detto prima, negli spogliatoi ci siamo guardate negli occhi e, come un vero gruppo, abbiamo messo in campo quello che abbiamo dentro. Abbiamo fatto un po’ di fatica, mi ci sta durante una partita. L’importante era portare a casa i tre punti. Ci siamo riuscite e siamo contente di restare in vetta”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Roma Femminile