Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Roma Femminile

Giacinti: “Passare il turno sarebbe il coronamento di un sogno” (VIDEO)

Le parole dell’attaccante giallorossa in conferenza stampa alla vigilia della sfida di Champions contro il Wolfsburg

Giovedì la Roma è attesa dall’importante sfida di Women’s Champions League in casa del Wolfsburg (calcio d’inizio alle 18). Alla vigilia della gara, l’attaccante giallorossa, Valentina Giacinti, ha parlato in conferenza stampa.

Ti sei data un obiettivo di gol? 20?
“Non mi sono posta un obiettivo. Voglio che la squadra vinca il più possibile. Se segno bene ma servono anche i gol delle altre, si vince tutte assieme”.

Quattro gol Champions, te lo aspettavi?
“Non me lo aspettavo, lo speravo. Sono arrivata qui sapendo che la squadra era forte. Ho cercato di calarmi subito nella squadra e sta andando tutto bene, speriamo di continuare così”

Il campionato?
“Ci saranno partite molto più difficili. Se lo vinceremo, è perché saremo veramente forti. La gara contro la Juve sarà importante ma non determinante”.

Come preferisci giocare? In coppia con un attaccante o come terminale offensivo?
“Ho caratteristiche diverse dagli altri attaccanti. Mi trovo sempre bene, dipende dalle scelte del mister. Posso fare entrambe le cose, io mi adeguo”.

Queste, invece, le parole della numero 9 ai canali ufficiali del club:

La partita?
“Mi aspetto una squadra aggressiva che vorrà vincere a tutti i costi, noi cercheremo di fare qualcosa di bello”.

Come ti senti?
“Bene, sto molto bene a Roma perché ho un gruppo di compagne fantastiche, riesco a esprimermi al meglio”.

Cosa significherebbe il passaggio del turno?
“Tanto, sarebbe il coronamento di un sogno. Giocare con il Wolfsburg è stato emozionante, faremo del nostro meglio per passare e poi penseremo alla prossima partita”.

 

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Roma Femminile