Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rassegna Stampa

Smalling, riecco Juve-Inter

Duello per Smalling: Juve e Inter ci provano

A gennaio il mercato della Juve sarà di contenimento. La difesa è uno dei reparti in cui il club dovrà intervenire. I bianconeri da tempo studiano la situazione di Smalling. Il difensore della Roma, che ha il contratto in scadenza il prossimo giugno e quindi si libererebbe a zero, interessa alla Juventus, ma anche all’Inter: i primi contatti con gli agenti dell’inglese sono già stati avviati, per conoscere le condizioni di una eventuale operazione.

Capitolo rinnovo in giallorosso: ci sarebbe una clausola di rinnovo per un ulteriore anno, dunque fino al 30 giugno 2024, se il giocatore scenderà in campo nel 50 per cento delle partite in stagione della Roma, vincolo che scatterebbe, tuttavia, solo con il benestare dell’inglese.

Il tandem Marotta-Ausilio dovrà pensare al dopo de Vrij, in modo da accontentare Inzaghi per la sua consolidata retroguardia. Smalling è l’idea in caso di partenza, possibile, di de Vrij. Nella Juventus è tutto in divenire: al momento il punto fermo è Allegri, che ha svoltato con il 3-5-2 ed è dunque probabile che fino al termine della stagione il tecnico possa puntare su quel sistema di gioco.

E per la prossima si vedrà, tuttavia la ricerca di un difensore centrale, a buon mercato, prosegue a prescindere. Smalling piace da tempo ad Allegri: i bianconeri possono offrire un contratto biennale con cifre superiori a quelle proposte dalla Roma (quindi oltre i 3,5 milioni netti a stagione). Lo scrive “Tuttosport”.

23 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

23 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa