Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Approfondimenti

Zaniolo-Roma, è strappo. Dal mancato rinnovo all’addio a gennaio: le pretendenti

Il punto sulla situazione Zaniolo: il malumore, le offerte, l’apertura della Roma

Nelle ultime ore sta circolando in maniera sempre più insistente la voce che vorrebbe Nicolò Zaniolo lontano dalla Roma già a partire da questa finestra di calciomercato. La cessione a gennaio era qualcosa di non preventivabile fino a pochissimi giorni fa, ma il rapido evolversi della situazione ha cambiato le carte in tavola. Andiamo con ordine.

Il mancato rinnovo

Da settembre Tiago Pinto, General Manager della Roma, ha fatto sapere, in maniera ufficiale e in maniera ufficiosa, di non avere in programma appuntamenti per il rinnovo di contratto del numero 22 giallorosso con il suo procuratore. L’attuale accordo scadrà a giugno del 2024. Il motivo? La società, pur essendo grata a Zaniolo per lo storico gol nella finale di Tirana, vuole prima avere delle risposte dal campo dal giocatore. La scorsa stagione non è stata di certo esaltante per il calciatore, che rientrava però da un lunghissimo stop.

Nonostante questo, la Roma in estate ha tenuto il punto resistendo all’assalto delle squadre che si contendevano il classe 1999, tra tutte Juventus e Tottenham, dimostrando così di credere nel suo talento.

Gli ultimi avvenimenti

Una serie di prestazioni non sufficienti e il nervosismo dimostrato in campo nelle ultime uscite hanno intaccato anche il rapporto del ragazzo con la tifoseria, che pur continuandolo a sostenere, ha accompagnato con alcuni fischi la sua uscita dal campo nella partita contro il Genoa in Coppa Italia. Il calciatore probabilmente non si aspettava questa reazione da parte di una tifoseria con cui ha sempre avuto un legame stupendo, e via social sono intervenute in sua difesa alcune persone a lui vicine.

Anche lo stesso Zaniolo nella serata di ieri sera, ha affidato il suo pensiero ad una Instagram Story, che non è certo passata inosservata. Ha condiviso un video di Cristiano Ronaldo che, rispondendo ad alcune domande in un’intervista, afferma: “Tutto si risolve. Ci sono cose che nella vita non sono giuste, così anche nel calcio. Naturalmente ci sono cose che ti fanno stare male, ma la vita è bella”.

Il riferimento è ai fischi dell’altra sera o al mancato raggiungimento di un accordo? L’attaccante si aspettava forse maggior riconoscenza da parte del club giallorosso?

I possibili scenari per il futuro

Di sicuro c’è che nelle ultime ore, come riportato da diversi esperi di mercato, su di lui è tornato vivo l’interesse di molti club europei, che fiutano l’occasione. L’Arsenal e il Leeds in Premier (oltre al solito Tottenham, con Fabio Paratici che lo segue ormai dal 2019), il Borussia Dortmund in Bundesliga. I gunners infatti hanno visto sfumare l’affare Mudryk, e potrebbero virare verso l’attaccante italiano. La Roma intanto si tutela e fa il prezzo del cartellino: valutazione di 35-40 milioni per portarlo via da Trigoria. Anche a gennaio come fanno sapere dal club giallorosso.

6 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

6 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Approfondimenti