Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rassegna Stampa

El Shaarawy al posto di Zaniolo

Si scalda Il Faraone

Senza Zaniolo, con Pellegrini a mezzo servizio, José Mourinho gioca una carta intrigante: Stephan El Shaarawy. Sarà lui a completare il tridente offensivo della Roma a la Spezia. La squadra dovrebbe partire con il 3-4-1-2, con Dybala trequartista. El Shaarawy così tornerebbe all’antico, muovendosi da seconda punta. E’ un’occasione molto importante per lui, che in questa stagione è stato quasi sempre utilizzato come esterno a tutta fascia. El Shaarawy ha il contratto in scadenza a giugno e, come tanti altri giocatori, non è mai stato chiamato per trattare il rinnovo.

E’ molto attaccato a Roma e alla Roma. dove è tornato rinunciando a molti soldi cinesi, e sarebbe disposto a tagliarsi lo stipendio pur di rimane re. Ma Tiago Pinto in questo momento ha altre priorità, al di la del caso Zaniolo. Dovrà essere lui, Stephan, a meritarsi sul campo la conferma, dopo aver dimostrato una professionalità esemplare nel ruolo di “riserva”. Con Mourinho ha imparato ad accettare compiti tattici diversi e il ruolo part-time. E l’allenatore ne ha sempre apprezzato l’atteggiamento. Pellegrini è convocato ma resta in dubbio: stamattina si decide sul suo impiego. Lo scrive Il Corriere dello Sport.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa