Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Roma Femminile

Spugna: “Atteggiamento giusto alla partita. Sono soddisfatto”

Le parole del tecnico delle giallorosse dopo la vittoria in Coppa Italia contro il Pomigliano

Larga vittoria per le ragazze di Spugna. Contro il Pomigliano finisce 1-8 per le giallorosse. A fine partita, ha rilasciato delle dichiarazioni il tecnico Alessandro Spugna. Le sue parole rilasciate ai canali ufficiali del club.

Grandissima vittoria, e una risposta dopo la sfida con il Parma. 
“Assolutamente sì, era quello che volevamo. Sapevamo che avremmo affrontato una squadra in salute. Ci siamo arrivate con l’atteggiamento giusto. Abbiamo fatto anche dei cambi rispetto alle ultime gare. Sono veramente soddisfatto della prestazione delle ragazze, hanno fatto davvero bene”.

Sono arrivati anche dei gol importanti, come la doppietta di Kajzba. Segnali che fanno capire quanto sia lunga la panchina della Roma.
“Assolutamente sì. Sono molto contento per Nina, perché l’anno scorso aveva avuto qualche problema: si era rotta il crociato. Quindi, per lei questo è un anno particolare: quello della ripresa. E quando c’è la possibilità di farla giocare, siamo contenti. Oggi, ha fatto molto bene, ha fatto due gol. Ma credo che tutte le ragazze si siano espresse bene. Ha fatto il suo esordio anche Selerud, e questo è importante: la stagione è ancora lunga, gli impegni sono tante, e se vogliamo essere protagoniste, c’è davvero bisogno di tutte”.

Selerud ha esordito con un assist per Andressa.
“Una delle prime palle che ha toccato è stato un assist. È una ragazza interessante. Deve solo un po’ ambientarsi e trovare la giusta sintonia con le compagne. Però, partite come questa servono anche a questo: a farla inserire nel migliore dei modi”.

 

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Roma Femminile