Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Le pagelle di Siamo la Roma

PAGELLE – Real Sociedad-Roma 0-0: adelante Roma!

La Roma

RUI PATRICIO 6,5

Salva il risultato su Oyaezabal e per il resto è protetto dai suoi difensori.

Trigoria

MANCINI 6,5

Attento, concentrato e in partita con l’adrenalina giusta sin dal fischio d’inizio.

 

SMALLING 7,5

La cerniera della difesa giallorossa. Quando c’è lui difficilmente gli avversari riescono a creare pericoli. Anche stasera è magnifico.

 

IBANEZ 7,5

Gran partita del brasiliano che oltre a difendere alla grande riesce ad uscire spesso palla al piede dando ossigeno alla squadra.

KARSDORP 6

La sua gara dura poco, un colpo al volto lo costringe ad uscire sul finale del primo tempo. Sufficiente fino a lì.

CRISTANTE 7,5

Riecco Bryan. Era mancato contro il Sassuolo e stasera è tornato a comandare a centrocampo. Legna, sacrificio e tanta corsa per i quarti di finale.

WIJNALDUM 5

Opaco, fuori posizione e poco reattivo. Sostituisce Matic all’ultimo per un forfait del serbo, ma non è la serata adatta a lui.

PELLEGRINI 7

Gara sontuosa del capitano, che cresce col passare dei minuti. Una ripresa dove prova a far muovere la transizione dei suoi compagni come può.

SPINAZZOLA 6,5

Prova a mettere il turbo nel primo tempo, poi come tutta la squadra si abbassa e si sacrifica per l’obiettivo.

BELOTTI 7

Gara tipica del Gallo. Testa bassa a pressing asfissiante, tante punizioni guadagnate e nulla lasciato al caso. Dà tutto anche a San Sebastian.

DYBALA 6

Troppa fase difensiva per uno come lui, si accende una volta sola e per poco la Roma non va in vantaggio. Risparmiato per il derby.

ZALEWSKI 7

Buon ingresso in un contesto non semplicissimo per l’esterno giallorosso che sembra rinvigorito dal primo gol romanista.

ABRAHAM SV

Al posto di uno stanco Belotti per provare a tenere qualche pallone dalle parti della difesa basca.

EL SHAARAWY SV

Entra e si sacrifica anche lui negli ultimi minuti.

BOVE SV

Nel finale per Pellegrini.

MOURINHO 7,5

La tipica notte europea del portoghese in trasferta. Squadra accorta e strenua difesa del vantaggio dell’andata. Quarti di finale in una Europa League dal coefficiente di difficoltà molto elevato.

 

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Le pagelle di Siamo la Roma