Sito appartenente al Network

Mou, la Roma dei “bambini”. Dybala e Rui Patricio a casa

Lo Special One non convoca i due big

Mourinho, anche ieri rimasto in silenzio alla vigilia del match col Bologna (ore 18, arbitra Orsato, tv su Dazn), ha scelto la coppa. Il tecnico gial-lorosso, infatti, ha deciso di lasciare a Roma Paulo Dybala e Rui Patricio, e ha aggregato alla prima squadra 6 calciatori della Primavera: Del Bello (portiere), Keramitsis, Missori, Falasca, Faticanti e Majchr-zak, che si aggiungono ai giovani della prima squadra come Darboe, Volpato, Boer e Tahirovic, mentre Zalewski e Bove possono considerarsi ormai quasi dei veterani. Una linea verde dettata dalla necessità di preservare gli uomini in vista della trasferta a Leverkusen con il Bayer che può significare l’accesso alla finale di Europa League.

Per Dybala si è trattato di una scelta conservativa: rimarrà a Trigoria a lavorare per cercare di migliorare la condizione fisica, e magari avere qualche minuto di più nelle gambe rispetto a quanto visto con l’Inter e nella gara di andata. Per quanto riguarda Rui Patricio, invece, il tecnico gli ha voluto concedere un turno di riposo per ricaricare le pile dopo un periodo particolarmente stressante, in cui ha commesso qualche errore e ricevuto più di una critica. Rispetto alla trasferta di Monza, invece, sono rimasti al «Bernardini» anche Smalling, Llorente, Karsdorp ed El Shaarawy, con l’ultimo che potrebbe farcela lo ha detto Mou-rinho dopo la vittoria contro il Bayer) per la gara di ritorno in Germania. È partito invece Wijnaldum. Il centrocampista olandese – lo ha dichiarato sempre il tecnico nel post-Leverkusen – ha bisogno di giocare per mettere più minuti nelle gambe: probabilmente partirà dalla panchina, ma potrebbe essere utilizzato per un tempo, così da riprendere il ritmo.

In porta giocherà Svilar, al suo esordio in campionato dopo quello, non brillante, in Europa League contro il Ludogorets. In difesa forse nessuna sorpresa, con Mancini, Cristante e Ibanez. A meno che Mou non decida di far rifitarae uno tra Mancini e Cristante e gettare nella mischia il baby Keramitsis. Sugli esterni Celik e Zalewski titolari (fuori Spinazzola) mentre a centrocampo è ipotizzabile la panchina per Matic, con Bove e Camara in mezzo e Pellegrini arretrato nel 3-5-2 che vedrebbe il norvegese Solbakken accanto a uno tra Belotti (sembre in condizioni fisiche precarie) e Abraham. Solbakken, infatti, e inutilizzabile in Europa League berche non e stato inserito nella lista Uefa. Lo scrive Il Corriere della Sera

Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Daniele De Rossi ha riportato la Roma a giocare un calcio di livello, con risultati...
Allenamenti, comunicazione, risultati, entusiasmo nel gruppo sono le variabili che rappresentano l'impatto di De Rossi...
Mile Svilar ha superato nelle gerarchie Rui Patricio e ha conquistato il posto da titolare....

Dal Network

Il mondo del calcio si appresta a introdurre un cambiamento regolamentare di potenziale portata storica...
Si affrontano due nazioni di grande tradizione, anche se negli ultimi anni il parco giocatori...
E’ calato il sipario sulla sessione invernale di calciomercato. Dopo le 20:00 di ieri, 1...