Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rassegna Stampa

Il Messaggero, “La semplicità di Zaniolo ha conquistato tutti”

“Vive all’Eur e non ha ancora la patente. Nella testa ha solo il calcio”

Martedì sera mentre rientrava a casa dopo la doppietta in Champions contro il Porto, Zaniolo ancora non si era reso conto che da lì a breve il suo modo di vivere sarebbe cambiato. Nicolò è un ragazzo semplice senza troppi grilli per la testa con la voglia di eccellere nel mondo del calcio. Basti pensare che non solo non ha la patente, pur avendo 19 anni. E allora ad accompagnarlo in auto tra Eur, Torrino e Trigoria ci pensa mamma Francesca ormai diventata una social star con oltre 136mila follower su Instagram. Come riporta Il Messaggero, Zaniolo, insieme alla mamma, vive nei pressi di viale Europa nel quartiere Eur scelto da quasi tutti calciatori giallorossi per la sua vicinanza con il Fulvio Bernardini. Ed è proprio qui che Nicolò ha trovato l’amore: lei si chiama Sara, ha 20 anni ed è una studentessa di scienze della moda e del costume alla Sapienza. La passione è sbocciata da due mesi, ma già sono inseparabili. Papà Igor invece vive a La Spezia con la sorellina Benedetta. Per adesso Zaniolo vuole restare nella Capitale e alla maglia numero 10 non pensa. È ben consapevole che di Totti a Roma c’è ne sarà per sempre uno e sostituire quel ricordo indelebile può diventare un’impresa ai limiti del possibile.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa